Via libera all’assegno unico per i figli: a chi spetta, a quanto ammonta il contributo e come richiederlo.

Il Senato ha dato il via libera all’assegno unico per i figli, che diventerà effettivamente operativo dopo che entreranno in vigore i decreti attuativi.

La ministra Elena Bonetti parla di un passo storico per il sostegno alle famiglie. La speranza è che il sostegno possa avere effetti anche sulle nascite, che nel nostro Paese si sono drasticamente ridotte nel corso degli ultimi anni. Non solo. L’approvazione da parte del Senato arriva a poche ore di distanza dalla pubblicazione del report di Bankitalia, che ha segnalato le difficoltà delle famiglie in questo periodo segnato dalla crisi economica innescata dall’emergenza sanitaria.

Elena Bonetti
Elena Bonetti

Assegno unico per i figli, a chi spetta

L’assegno unico per i figli è destinato anche agli autonomi e agli incapienti, che fino a questo momento erano esclusi da ogni forma di sostegno per i figli. Quindi, come regola generale, possiamo dire che l’assegno spetta a tutte le famiglie con un figlio a carico fino al compimento dei 21 anni da parte del ragazzo.

In base alle informazioni a disposizione sappiamo che l’importo dell’assegno sarà equamente diviso tra i genitori. Dal secondo figlio dovrebbe esserci una maggiorazione, mentre per i figli con disabilità è previsto un aumento fino al 50%.

L’altra rivoluzione è legata al fatto che fino al compimento dei 18 anni l’assegno sarà indirizzato ai genitori, mentre dai 18 ai 21 anni l’assegno potrà essere girato al figlio. Ma è bene ricordare che i maggiorenni avranno diritto al sostegno solo nel caso in cui siano studenti, tirocinanti a lavoratori a basso reddito.

Soldi euro
Soldi euro

Come richiederlo

L’assegno sarà erogato a partire dal settimo mese di gravidanza. I soldi saranno assegnati con assegno o credito di imposta e l’importo sarà in proporzione all’Isee. In media si parla di un contributo da 250 euro al mese. Per ulteriori informazioni bisogna attendere l’approvazione dei decreti attuativi. Si attende ora che vengano rese note le istruzioni per richiedere l’assegno.


Borse 30 marzo, mercati europei in rialzo. Spread poco mosso

Amazon, Orlando: “Convocherò la società e i sindacati”