Chi sono gli assistenti civici volontari? Cosa faranno? Potranno fare le multe?

Scintille al governo per i sessantamila assistenti civici che verranno selezionati per contribuire al rispetto delle norme di sicurezza durante questa fase 2.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Lo scontro al governo

Il ruolo di questi sessantamila collaboratori ha costretto Conte ha indire un vertice di maggioranza per sciogliere i nodi.

Le prime lamentele sono arrivate dal Viminale che, immaginando un servizio di ordine pubblico, avrebbe lamentato di non essere stato messo al corrente dell’iniziativa.

Favorevoli agli assistenti civici i sindaci, che nella prima settimana di vera fase 2 hanno intuito di aver bisogno di un aiuto sul territorio, e il ministro Boccia.

Palazzo Chigi governo dl Rilancio
Fonte foto: https://twitter.com/Palazzo_Chigi

Chi sono e cosa faranno gli assistenti civici

Una nota di Palazzo Chigi spiega innanzitutto cosa non sono e cosa non faranno gli assistenti civici. Si tratta di volontari che non avranno un incarico di pubblico servizio. Inoltre “la loro attività non avrà nulla a che vedere con quelle cui sono tradizionalmente preposte le forze di polizia“.

Quindi il compito è quello di aiutare le persone, non controllarle. Il loro incarico non è quello di fare multe, ma ad esempio quello di gestire l’accesso delle persone in un parco pubblico.

Di fatto aiuteranno i Comuni a controllare le zone a rischio assembramento, con il compito di gestire gli afflussi di persone in luoghi delicati. Ad esempio potrebbero regolare l’accesso alle spiagge o nei parchi. In caso di situazioni difficili da controllare potranno ovviamente segnalare il tutto alle autorità competenti.

Ma l’attività non è solo di supervisione e coordinamento delle folle. Ad esempio potranno essere impiegati per consegnare la spesa alle persone in difficoltà.

L’incarico occuperà fino a un massimo di tre giorni a settimana per un totale di 16 ore settimanali (al massimo).

Coronavirus Milano
Coronavirus Milano

Assistenti civici volontari, il bando

La selezione sarà coordinata dalla Protezione Civile e il bando sarà pubblicato proprio sul sito internet del Dipartimento.

L’offerta è rivolta a inoccupati o comunque a soggetti senza vincoli lavorativi, percettori del reddito di cittadinanza o ad esempio soggetti che usufruiscono di ammortizzatori sociali.

Per presentare la domanda basta essere maggiorenni e residenti (o domiciliati) in Italia.

La retribuzione degli assistenti civici volontari

Come suggerisce il nome con il quale impareremo a conoscerli, gli assistenti civici non riceveranno alcuna forma di compenso o salario.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-05-2020


Vittoria (Ragusa), 34enne falcia due cuginetti: condannato a nove anni

Coronavirus, ’30 per cento dei guariti potrebbe avere problemi respiratori cronici’