Gasperini, tecnico dell’Atalanta, ha parlato in occasione della conferenza stampa in vista della partita di domani contro il Cagliari. 

Atalanta, la conferenza di Gasperini prepartita contro il Cagliari, inizia parlando degli indisponibili: “Gli indisponibili? La maggior parte delle assenze erano legate al Covid, adesso non ne abbiamo più, anche l’infermeria si è svuotata”.

Parlando di Zapata: “Duvan Zapata spero di recuperarlo domani, se oggi confermerà le sensazioni positive ci sarà. In questo tipo di infortuni c’è sempre il timore della ricaduta, c’è sempre qualche timore, ha anche una convinzione diversa, oggi decideremo con la rifinitura”.

Viene fatta la domanda sui diffidati: “Noi siamo nella condizione di poter fare delle scelte e ragionare anche su questo profilo, ma non solo perché c’è la Juventus, ma ci sono altre gare. Giocheremo tante gare impegnative, in questo senso è evidente che avendo tutti a disposizione posso ruotare la formazione”.

Poi un pensiero per Gosens: “È stata una grossa perdita, ma è stato straordinario, non posso che ringraziarlo. È stato un perno fondamentale, gli inizi non sono stati dei migliori, ma ha raggiunto dei traguardi incredibili. Gli auguro di star bene, poi noi quest’anno l’Inter non la incontriamo più”.

Gian Piero Gasperini Atalanta
Gian Piero Gasperini

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Gasperini parla dei nuovi acquisti

Il tecnico dell’Atalanta si sofferma su Boga: “Siamo molto contenti del suo arrivo, è fermo da un po’ di tempo, ma ha dimostrato già quali sono le sue caratteristiche. Può essere già utile da subito, sia per la velocità che per il dribbling. Non sta benissimo dal punto di vista della condizione, ma chiaramente andrà inserito nella squadra”.

Un pensiero anche per Mihaila: “Abbiamo bisogno di conoscerli meglio, Mihaila ha già giocato anche a destra. Abbiamo cercato più equilibrio visto che avevamo parecchi giocatori mancini”.

La mente torna subito al match di domani: “Ho già detto delle difficoltà del nostro campionato, non sarà semplice affrontare una squadra come il Cagliari. C’è una differenza di classifica, forse c’è qualche chance in più per noi, ma in tutte le partite ci sono difficoltà. Abbiamo la consapevolezza di potercela giocare, poi è normale che loro cercheranno di vincere qui a Bergamo”.

Atalanta: possibile cambio di modulo

Viene chiesto anche il possibile cambio di modulo al tecnico dell’Atalanta: “In realtà abbiamo giocato così l’anno scorso, a Cagliari all’andata ha giocato Koopmeiners. Non credo ci siano differenze, ma se ci sono tutti abbiamo più alternative. Sotto l’aspetto tattico vai a curare piccole differenze, si va a lavorare su piccoli dettagli che però nel gioco d’attacco possono essere molto importanti”.

Infine, chiusura su Muriel e Ilicic “Abbiamo avuto una sosta in cui siamo rimasti ad allenarci, sta bene”. Per lo sloveno: “In questo momento deve pensare a star bene, deve solo curarsi, domani non ci sarà. La lista? L’importante è che stia bene”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 05-02-2022


Juventus, Allegri: “dobbiamo arrivare dentro ai primi quattro posti”

Torino, conferenza di Juric: “Quando torna Belotti, lunedì prossimo”