Gli hacker russi del gruppo Killnet attaccano il ministero della Difesa e Senato.

Nelle scorse ore moli siti italiani hanno subito un attacco hacker. Tra questi anche quello del Ministero della Difesa e del Senato della Repubblica. L’attacco è stato rivendicato dal gruppo Killnet, un collettivo di hacker russi. Al momento, secondo le indiscrezioni, l’attacco hacker non avrebbe compromesso le infrastrutture.

Il collettivo Killnet ha pubblicato su Telegram la lista di indirizzi web colpiti e violati nel loro attacco hacker. Oltre a Senato e ministero della difesa, ci sono anche l’Istituto superiore di Sanità, la Banca Compass, l’Aci e la società di servizi alle aziende Infomedix.

Le infrastrutture non sono state al momento compromesse ma l’attacco ha creato molta difficoltà nel raggiungimento dei siti. Sul sito del Senato compariva il messaggio “Bad Gateway The proxy server received an invalid response from an upstream server. Apache Server at www.senato.it Port 80”. Il sito della difesa era completamente irraggiungibile.

hacker
hacker

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Potenziare la cyber sicurezza per evitare attacchi hacker

Le autorità stanno verificando e valutando il reale danno dell’attacco hacker. Nel frattempo hanno ripristinato la normale funzionalità di tutti i siti italiani colpiti dagli hacker russi. Nel mirino del collettivo Killnet c’era anche il sito dell’Eurovision che si sta svolgendo a Torino per manomettere il sistema di televoto. Dalla Rai confermano che non vi è stato nessun attacco.

Il Cnaipic della Polizia Postale sta indagando sull’accaduto mentre la Procura di Roma aspetta il decorso delle indagini per aprire un’inchiesta. Dalla politica chiedono un rafforzamento della cyber sicurezza in vista di questa guerra che si sta svolgendo anche sul piano informatico. “Con una guerra in corso le minacce informatiche sono ancora più insidiose e pericolose. Oggi hacker russi hanno rivendicato un attacco ai siti del Senato, del ministero della Difesa, di una banca e altri. Una dichiarazione ostile che non va sottovalutata. Per questo è necessario, ora più che mai, rafforzare la  nostra cybersecurity. È un tema strategico per la nostra sicurezza nazionale” ha scritto Lupi di Noi con l’Italia.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-05-2022


La Finlandia dice sì alla Nato senza indugio

Quarta dose, “pericoloso aspettare l’autunno”