Per la prima volta è arrivata la comunicazione ufficiale dell’entrata nella Nato da parte della Finlandia.

La prima ministra Sanna Marin e il presidente Sauli Niinistö hanno annunciato la loro posizione favorevole all’ingresso del paese nella NATO: «La Finlandia deve fare richiesta per entrare nella NATO il prima possibile senza indugio», hanno scritto in un comunicato congiunto.

La Finlandia ha deciso, anche se non ancora in maniera definitiva, di entrare nella Nato. Il processo di integrazione sarà molto rapido come ha preannunciato la posizione della prima ministra. Il Partito socialdemocratico di Marin dovrà dare il proprio assenso poi si esprimerà in merito la coalizione di governo. Entro la fine della settimana dovrebbe arrivare la decisione definitiva.

Si conclude così la storica e lunga neutralità della Finlandia. Il paese scandinavo aveva mantenuto questo suo stato neutrale tra Occidente e Urss sin dalla Guerra Fredda. Ma ora le cose sono cambiate. L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha fatto sentire poco sicura e protetta la Finlandia che ha deciso di riparare sotto l’ombrello dell’alleanza atlantica.

bandiera NATO
bandiera NATO

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Aumenta la presenza Nato ai confini della Russia

A rendere più repentina la scelta è stato anche il fatto che la Finlandia confina con la Russia per ben 1.340 chilometri mettendola ad un rischio maggiore. La sua entrata nella Nato significa anche che la Russia avrà ai suoi confini una doppia presenza Nato, proprio ciò che voleva scongiurare con questa guerra. “L’adesione alla Nato rafforzerebbe la sicurezza della Finlandia. In quanto membro della Nato, la Finlandia rafforzerebbe l’intera alleanza di difesa. La Finlandia deve presentare domanda per l’adesione alla Nato senza indugio. Ci auguriamo che i passi nazionali ancora necessari per prendere questa decisione vengano presi rapidamente entro i prossimi giorni” si legge nel comunicato della prima ministra e del presidente finlandese.

Anche la Svezia ha intrapreso il suo iter per entrare nell’Alleanza Atlantica insieme alla Finlandia. Come quest’ultimo, anche l’altro paese scandinavo ha da sempre assunto una posizione di neutralità tra le due superpotenze, ma ora con Kalinigrad di fronte alle sue isole si rende conto che è arrivato il momento di rivedere la sua posizone.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-05-2022


Draghi: “Usa e Russia devono tornare a parlarsi”

Attacco hacker russo ai siti italiani