La Soyuz è atterrata, a bordo americani e russi: è il primo rientro
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

La Soyuz è atterrata, a bordo americani e russi: è il primo rientro

La Soyuz è atterrata, a bordo americani e russi: è il primo rientro

La Soyuz è atterrata, si tratta del primo rientro riguardante astronauti americani e russi dallo scoppio della guerra in Ucraina.

Giornata importante per il mondo intero e soprattutto per i rapporti tra Russia e Occidente appesi ad un filo dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. La Soyuz è atterrata, con due russi e un americano a bordo. Si tratta del primo volo con occidentali e russi insieme dall’invasione di Mosca in Ucraina.

L’astronauta americano Mark Vande Hei è rientrato a Terra, insieme a due colleghi russi, dalla Stazione Spaziale Internazionale. E’ un momento storico in quanto si tratta del primo rientro di un americano a bordo di un veicolo russo da quando Russia e Ucraina hanno iniziato il conflitto.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Alle 6.00, ora italiana, è avvenuta la chiusura del portello della Soyuz mentre l’atterraggio si è verificato alle ore 13:15 del 31 marzo. Il primo a varcare la porta d’uscita della navetta è stato Anton Shkaplerov, comandante russo, poi seguito da Pyotr Dubrov, collega russo. Per ultimo è uscito l’americano Mark Vande Hei.

Spazio
Spazio

Le condizioni di tutti i membri della Soyuz sono apparse fin da subito ottime. I tre sono scesi sorridenti e sereni in volto prima di essere sottoposti a tutti i test e controlli medici previsti. Il comandante russo Anton Shkaplerov, in particolare, aveva una coperta di protezione con il logo dell’agenzia spaziale russa Roscnosmos.

Nel monitor principale del Centro di controllo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos di Mosca è apparsa la seguente scritta “Bentornato a Terra, Mark”, in inglese. Un saluto caloroso rivolto dunque all’astronauta Nasa americano Mark Vande Hei.

I record dei tre astronauti

Tutti e tre gli astronauti americani e russi vantano diversi e prestigiosi record. L’americano Mark Vande Hei ha al suo attivo 355 giorni consecutivi in orbita, sorpassando il precedente record americano di 340 giorni. Lo stesso numero di giorni vanta anche il russo Dubrov, che è alla sua prima esperienza in orbita.

Questa è invece la quarta missione per Shkaplerov, con un totale di 708 giorni nello spazio. Non appena gli astronauti sono atterrati, così come accade sempre, si sono separati. Mark tornerà a Houston mentre i due russi andranno nella base di Star City in Russia.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2022 11:33

Gerard Depardieu contro Putin

nl pixel