Lo spettro del ‘giochino del semaforo rosso’ a Corso Francia. Secondo quanto riportato da Il Messaggero, i giovani romani sfiderebbero la morte e pubblicherebbero storie sui social.

Attraversare Corso Francia con il rosso per postare foto e video sui social: la sfida dei giovani romani. I riflettori dell’opinione pubblica, dopo la morte di Gaia e Camilla, restano puntati su Corso Francia, dove le due sedicenni sono state investite e uccise da Pietro Genovese, alla guida una macchina che viaggiava ad alta velocità. Il ventenne figlio del noto regista, inoltre, aveva un tasso di alcol nel sangue di molto maggiore rispetto a quello consentito dalla legge.

Ma purtroppo non è tutto. Emergono infatti testimonianze allarmanti, secondo cui i giovani che frequentano la movida di Ponte Milvio e dintorni sfiderebbero la sorte e la morte attraversando la strada con il rosso per poi postare la propria impresa sui social network.

Attraversare Corso Francia con il semaforo rosso e postare storie sui social

Stando a quanto raccolto e pubblicato da il Messaggero, sui giovani romani ci sarebbe lo spettro del giochino del semaforo rosso, ossia attraversare Corso Francia con il semaforo rosso per i pedoni, riprendere tutto con con gli smartphone e pubblicare le testimonianze dell’impresa sui social network.

Polizia
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

La testimonianza

Ovviamente la ricostruzione del quotidiano, che si avvale anche di testimonianze, dovrà essere confermata, ma la sensazione è che non si tratti di nulla di nuovo. Recenti casi di cronaca hanno riportato il decesso di giovani e giovanissimi alle prese con sfide estreme affrontate con incoscienza e filmate con i telefoni cellulari. E troppe volte il rischio si è trasformato in tragedia.

Lo chiamano il giochino del semaforo rosso e quando mia figlia e la sua amichetta me lo hanno spiegato dopo la morte di Camilla e Gaia, mi sono venuti i brividi. Si tratta di attraversare le due carreggiate di Corso Francia veloci mentre per i pedoni è rosso e per le auto che sfrecciano è verde, sfidando la sorte. Un gioco folle del sabato sera e non solo, in voga tra i giovanissimi di Ponte Milvio. Lo fanno per farsi grandi riprendendosi anche con gli smartphone, creando storie sui social che poi si cancellano nel giro delle 24 ore“, racconta un testimone ai microfoni de il Messaggero.

Questo non significa ovviamente dare un giudizio o una spiegazione alla tragica morte di Gaia e Camilla. Significa semplicemente accendere un riflettore su una realtà che, se confermata, meriterebbe di essere approfondita per essere combattuta e debellata.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Corso Francia cronaca evidenza roma Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 28-12-2019


Nuovo avviso di garanzia per Mimmo Lucano

Milano, il dramma della 18enne salvata in metrò: fermato il compagno