Gli auguri di Carlos Sainz ai tifosi della Ferrari: “Questo è il sogno che ha ogni bambino. Non vedo l’ora di conoscervi”.

ROMA – Carlos Sainz in un video ha voluto fare gli auguri di Buon Natale e Buon Anno ai tifosi della Ferrari. Per la prima volta da quando è arrivato a Maranello il pilota spagnolo si è rivolto a tutti gli appassionati della Rossa.

Un rapporto destinato a diventare molto forte tra i due e l’iberico è pronto a far esultare tutti i tifosi.

Carlos Sainz: “Questo è il sogno che ha ogni bambino”

Carlos Sainz si è rivolto per la prima volta ai tifosi: “Nuovo colore, nuova passione – ha detto il pilota spagnolo, riportato da f1ingenerale.com questo è il sogno che ha ogni bambino, di poter essere un giorno un pilota Ferrari, di poter far parte della storia di questa squadra […]. Sto preparando la nuova stagione. Ho avuto la fortuna di conoscere molte delle persone con cui mi troverò a lavorare nel 2021. Ho indossato per la prima volta la famosa tuta rossa e provato sedile e abitacolo della nuova monoposto. Delle emozioni speciali. Non vedo l’ora di poter iniziare a lavorare e mettere la passione che ho in questa nuova avventura. Sarà magico far parte del mondo Ferrari, conoscere voi tifosi“.

Ne approfitto per augurarvi un Buon Natale e Felice Anno Nuovo – ha aggiunto Sainz – state al sicuro, in questi giorni così complicati. Io nel frattempo mi gusto la buonissima cucina italiana“.

Carlos Sainz
Carlos Sainz

Carlos Sainz pronto all’avventura con la Ferrari

Per Carlos Sainz qualche giorno di riposo prima di ritornare a Maranello e continuare il suo lavoro in vista del 2021. Una stagione che si preannuncia molto complicata per la Rossa, ma dal team italiano sono sicuri di poter competere in ogni gara per il podio. Come sempre, però, l’ultima parola spetterà alla pista.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
Carlos Sainz ferrari Formula 1 motori

ultimo aggiornamento: 24-12-2020


Da Alitalia alla patente passando per le autostrade, cosa prevede il Milleproroghe

Controllo polizia stradale: come comportarsi e quali documenti mostrare?