L’Austria è il primo Paese europeo a rendere obbligatorio il vaccino contro il Covid: la stretta scatta dal 1 febbraio e interessa tutti i non vaccinati.

L’Austria rompe gli indugi: dal 1 febbraio il vaccino contro il Covid sarà obbligatorio. Lo ha reso noto il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg in un discorso alla nazione.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Austria, dal 1 febbraio il vaccino contro il Covid sarà obbligatorio

Travolta dalla nuova ondata di contagi, l’Austria opta per la linea dura. Il lockdown per non vaccinati non ha portato ai risultati sperati o almeno non ha risolto la situazione. E così si è deciso di fare un ulteriore passo in avanti nella lotta al Covid: dal 1 febbraio 2022 il vaccino sarà obbligatorio per le persone che a quella data ancora non avranno fatto neanche una dose di vaccino.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Il primo Paese europeo a rendere la vaccinazione obbligatoria

L’Austria indica la via e opta per la linea durissima per mettere definitivamente la parola fine ad un’emergenza che, secondo le previsioni dello scorso anno, a quest’ora doveva essere solo un brutto ricordo. Si tratta del primo Paese europeo che impone la vaccinazione obbligatoria contro il Covid. E l’ipotesi è possa fungere da esempio anche per altri Paesi del vecchio continente.

Coronavirus
Coronavirus

Lockdown di 20 giorni anche per i soggetti vaccinati

Non solo. Dal 22 novembre in Austria scatta un lockdown generalizzato, nel senso che interesserà anche i soggetti vaccinati. Applicare le restrizioni solo ai non vaccinati non ha risolto la situazione, che resta drammatica. Da qui la decisione di procedere con una chiusura generalizzata per limitare la circolazione del virus e ridurre la pressione sul sistema sanitario.

L’ipotesi del vaccino obbligatorio in Italia

Quella del vaccino obbligatorio è un’ipotesi che sta lentamente prendendo piede anche in Italia. Secondo molti esperti si tratta della via più concreta per dare una svolta alla campagna di vaccinazione. Sicuramente si tratta di una strada più semplice da percorrere rispetto a quella delle restrizioni per non vaccinati, soluzione con evidenti limiti costituzionali proprio perché la vaccinazione non è obbligatoria.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 19-11-2021


Caso Peng Shuai, Wta pronta a cancellare le manifestazioni in programma in Cina

Parma, pulmino cade da viadotto e precipita sui binari. Morto anche il ragazzo ferito