In arrivo dalla Corea uno speciale e nuovissimo rivestimento che autoripara con i raggi l’auto, ecco i dettagli.

La carrozzeria della propria auto si riparerà alla luce del sole, no, non è una fantasia. Diciamo bye bye a graffi e segni, attraverso uno speciale rivestimento protettivo creato appositamente per questo, mostrato alla luce del sole, è capace di farli scomparire dalle scocche dei veicoli. Questo nuovissimo materiale resistente e capace di ripararsi completamente da solo è stato creato dai ricercatori e studiosi del famoso Korea Research Institute of Chemical Technology appunto in Korea. Dopo tantissimi test effettuati, il team di lavoro dei ricercatori è riuscito a costituire una pellicola trasparente, che fa diventare intatto la scocca della superficie da difendere. Sul mercato sono presenti prodotti molto simili tra loro, alcuni non sono stati nemmeno più prodotti per i costi altisonanti. Mentre altre tipologie coprono solo piccolissimi segni restando ad un costo sempre elevato.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I dettagli

Parlando di questo fil protettivo per auto è costituito da una mutazione di polimeri, in cui i legami chimici dinamici si rompono ma poi riescono a riacquistare la loro forma originale. Questo spettacolare processo si attua con l’aiuto del calore solare, utilizzando un colorante fototermico organico molto sensibile ai raggi solari.

Graffi Auto
Graffi Auto

Nel dettaglio, quando il colorante risucchia la radiazione infrarossa, la suddetta superficie del rivestimento si innalza e da il via ai legami chimici del polimero di ricostituirsi nuovamente come l’originale, ovviamente dove si è avuto il danno.

In un esempio con un giocattolo, tutto il processo è durato circa trenta minuti, è questa tipologia di prodotto può sbarcare anche per smartphone e tablet.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-09-2022


F1, Verstappen: “Ho dovuto spingere per l’intera corsa”

Spiaggina di Gianni Agnelli: il veicolo arriva all’asta