Secondo il PricewaterhouseCoopers, la Cina accrescerà la presenza delle sue auto elettriche in Europa entro il 2025.

Mentre un tempo l’Europa era il maggior esportatore di automobili, oggi si avvicina al diventare un massimo importatore di veicoli elettrici cinesi. Gli studi prevedono un surplus del 18% di auto prodotte a Pechino, ed entrate in Europa, circa 800.000 vetture in totale. In assenza di una produzione massiccia europea, sarà ovvio ricevere gli export dalla Cina.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Più auto cinesi in Europa

Nel 2025 l’Europa avrà un incremento del’18% dell’importazione di auto elettriche made in China. Una macchina su cinque arriverà da Pechino, una previsione davvero alta. Secondo uno studio della società di analisi britannica PricewaterhouseCoopers (Pwc), nel 2025 potrebbero essere importate in Europa fino a 800.000 autovetture di fabbricazione cinese, la maggior parte delle quali elettriche.

Secondo il rapporto, l’Europa diventerebbe un importatore di automobili, con un surplus nel 2025 di oltre 221.000 veicoli. La colpa di avere meno automobili prodotte “in casa” è dei tempi troppo lenti della produzione europea, mentre in Cina il mercato elettrico è in ascesa con target più forti.

I marchi dalla Cina

Di 800.000 auto costruite in Cina che potrebbero essere importate in Europa, circa 330.000 sarebbero realizzate da Tesla, BMW, Renault, Polestar e tutti quelli che attualmente esportano veicoli elettrici in Europa. A causa dei problemi di approvvigionamento delle case automobilistiche europee, si sta concentrando la costruzione di veicoli elettrici più costosi e con volumi inferiori. Invece, i produttori cinesi, ora si stanno focalizzando sull’Europa, proponendo diversi modelli a prezzi accessibili.

Nella prima metà del 2022 il 5% delle auto elettriche vendute in Europa era di un brand cinese. Ora saranno venduti circa 200.000 veicoli cinesi di cui circa 90.000 completamente elettrici, 40.000 ibridi plug-in e il resto con trasmissioni convenzionali. I principali produttori sono MG (Gruppo SAIC) e Polestar (Gruppo Geely), Nio e XPeng. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-11-2022


Auto regina Elisabetta: la Jaguar va all’asta senza offerta minima

Suzuki 4×4: risveglia il tuo istinto! Arrivano gli ecoincentivi statali 2022 per tutta la Gamma ibrida