Dal 18 maggio l'autocertificazione solo per gli spostamenti tra Regioni

Autocertificazione addio (o quasi). Dal 18 maggio dovrebbe servire solo per gli spostamenti tra le Regioni

Dal 18 maggio l’autocertificazione dovrebbe servire solo per giustificare gli spostamenti tra le Regioni. E si potranno incontrare gli amici, probabilmente.

Il prossimo 18 maggio dovrebbe finire l’era dell’autocertificazione, almeno per quanto riguarda gli spostamenti all’interno della stessa Regione.

Dal 18 maggio autocertificazione utile solo per gli spostamenti fuori regione

Niente autocertificazione per gli spostamenti all’interno della Regione. È questa l’ipotesi a vaglio del governo, al lavoro per mettere a punto il decreto con il quale saranno rese note le regole da rispettare dal prossimo 18 maggio.

Di fatto il documento sarà necessario solo per gli spostamenti tra le Regioni, che dovrebbero rimanere interdetti – salvo casi di necessità o motivi di lavoroalmeno fino al prossimo 1 giugno.

Per gli spostamenti sul territorio regionale invece ci si potrà muovere in libertà e senza controlli legati all’accertamento dei motivi dello spostamento.

Si tratta di indiscrezioni ancora frammentarie e che prenderanno forma solo nel prossimo decreto, atteso entro la giornata di domenica nella speranza che possa essere comunicato magari già entro la giornata di venerdì.

Autocertificazione fase 2
Autocertificazione fase 2

Si potranno incontrare anche gli amici

Dal 18 maggio dovrebbe essere possibile incontrare gli amici, probabilmente senza limiti sul numero. Sarebbe impossibile controllare tutte le comitive e potrebbe non essere necessario.

Si dovranno osservare le norme per il distanziamento sociale e si dovrà indossare la mascherina nei luoghi chiusi e nei negozi e comunque in tutti i casi in cui non è possibile mantenere la distanza dalle altre persone.

La consapevolezza del governo è che sarà necessario sensibilizzare soprattutto i più giovani, gli adolescenti. Si tratta dei soggetti più difficili da controllare e più inclini a non osservare le nuove norme. Ovviamente non si tratta d un discorso generalizzato ma di un tentativo di educazione alla seconda fase dell’emergenza coronavirus, alla quale tutti dobbiamo ancora abituarci.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 13-05-2020

X