Il rapinatore ha fatto irruzione nella farmacia travestito da Babbo Natale e ha messo a segno la rapina. Poi si è dato alla fuga.

Colpo a tema a Roma, dove un rapinatore travestito da Babbo Natale ha rapinato una farmacia nel quartiere Fleming. Una scena da film, solo parliamo di una rapina reale, con armi vere, almeno stando alle prime ricostruzioni, e con vittime terrorizzate e traumatizzate per quanto accaduto.

Il rapinatore è entrato in farmacia con il vestito rosso, il cappello e la barba finta, si è fatto consegnare l’incasso di giornata e poi si è dato alla fuga. Sul caso indagano i carabinieri, che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Roma, travestito da Babbo Natale rapina una farmacia

È successo nella giornata del 9 dicembre nel quartiere Fleming di Roma. Il rapinatore ha fatto irruzione in una farmacia travestito da Babbo Natale. Aveva il tradizionale abito rosso e anche la barba e il cappello, solo che non portava doni e in mano non aveva un sacco pieno di regali, ma una pistola. E puntando l’arma contro i presenti si è fatto consegnare l’incasso di giornata. Il rapinatore si è poi dato alla fuga prima dell’arrivo degli uomini delle forze dell’ordine.

A dare l’allarme è stata la cassiera della farmacia che, evidentemente ancora provata per quanto accaduto, ha contattato i carabinieri segnalando la rapina.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Le indagini degli inquirenti

Sul caso indagano i carabinieri della compagnia Roma Trionfale, che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona per ricostruire gli spostamenti del rapinatore e per risalire alla sua identità.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-12-2021


Covid, Speranza: “Dobbiamo avere fiducia nella scienza”. Figliuolo: “1,5 milioni di dosi alle Regioni per i più piccoli”

Covid, vaccino ai bambini: come e quando avviene la somministrazione. Le indicazioni del Ministero