Brasile, bambina di otto anni uccisa dalla polizia. La piccola è rimasta coinvolta in uno scontro a fuoco in una favela di Rio.

Tragedia in Brasile, dove una bambina di soli otto anni è stata uccisa dalla polizia. La piccola, di Rio, era in strada con la nonna quando è stata raggiunta alla schiena da un colpo di arma da fuoco. Si tratta della quinta vittima morta per episodi di violenza a Rio nel 2019.

Brasile, bambina di otto anni uccisa dalla polizia

La piccola era con la nonna e stava rientrando a casa quando è rimasta coinvolta in uno scontro a fuoco tra la polizia e una banda nella favela di Complexo Alemão. Nella sparatoria sarebbero stati esplosi almeno settanta colpi. Uno di questi ha raggiunto alla schiena la bambina di otto anni, morta davanti agli occhi increduli e disperati della nonna.

La morte della piccola si trasformata inevitabilmente in un caso mediatico. La polizia di Rio ha fatto sapere che gli agenti hanno risposto al fuoco dopo essere stati attaccati. Diversi media brasiliani riferiscono che la piccola sia morta per un proiettile di rimbalzo esploso da un poliziotto contro un uomo già morto.

Ambulanza
Ambulanza

Manifestazioni pubbliche contro l’ondata di violenza a Rio

Sul caso dovranno fare luce gli investigatori. Il dato certo è che, oltre alla piccola, hanno perso la vita anche due poliziotti, impegnati nell’operazione nella favela.

In pochi minuti centinaia di persone si sono riversate in strada per manifestare contro la polizia chiedendo maggiore sicurezza per i civili, le vere vittime dell’ondata di violenza che ha investito il Brasile nelle ultime settimane.


Morto Sid Haig, il Capitano Spaulding dei film horror

Turismo, il gigante Thomas Cook dichiara bancarotta. Seicentomila turisti bloccati all’estero