Bambino malato di Ittiosi Arlecchino abbandonato al Sant'Anna di Torino

Torino, bambino malato abbandonato in ospedale. Scatta la gara di solidarietà

Bambino malato abbandonato all’ospedale Sant’Anna di Torino. Scatta la gara di solidarietà per dare un futuro e una famiglia al piccolo Giovannino.

Ha fatto in poche ore il giro del web la notizia del bambino malato abbandonato all’ospedale Sant’Anna di Torino. Il piccolo, famoso sulla rete con il nome di Giovannino, soffre di Ittiosi Arlecchino, una malattia che ricopre la pelle di una membrana lucida e di placche.

Torino, bambino malato di Ittiosi Arlecchino abbandonato in ospedale

Il piccolo è stato abbandonato all’ospedale Sant’Anna di Torino ed è in una stanza del reparto di terapia intensiva. Il bimbo non può stare alla luce del sole per la fragilità della pelle che potrebbe spaccarsi creando ferite che potrebbero facilmente infettarsi. E le infezioni potrebbero avere conseguenze gravissime per un neonato con un sistema immunitario ovviamente ancora debole.

Giovannino, come è stato chiamato il piccolo eroe del Sant’Anna di Torino, ha poco meno di quattro mesi. Al momento il suo futuro è una grande incognita con poche certezze. Il primo scoglio da superare è quello della malattia. Poi si dovrà pensare a una sistemazione. Il bimbo non ha una famiglia. È stato abbandonato ed è solo al mondo. Al momento non ci sarebbe spazio nelle strutture per la cura dei bimbi orfani.

Ittiosi Arlecchino, cos’è e come si cura

Quella di Giovannino è una rara malattia genetica che interessa la pelle. I casi sono pochissimi. Basti pensare che le stime parlano di una malattia che affligge un neonato su un milione circa. Al momento non esiste una cura. La malattia porta a una desquamazione cutanea generalizzata

È iniziata la gara di solidarietà per dare un futuro e una famiglia al piccolo Giovannino

Dopo che la storia di Giovannino è diventata di pubblico dominio, a Torino, ma non solo, è iniziata la gara di solidarietà per dare un futuro e una famiglia al piccolo. Nelle ultime ore sarebbero state avanzate diverse richieste di affido che saranno valutate dalla Casa dell’Affido del Comune e dal Tribunale dei minori.

ultimo aggiornamento: 07-11-2019

X