Berlusconi avvisa: “Chi aiuta il governo è fuori. Salvini? Non lo capisco…”

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, critica il nuovo governo alla vigilia del voto di fiducia. E lancia l’ennesima frecciata a Salvini.

ROMA – Silvio Berlusconi è pronto a una dura opposizione al neonato governo Conte bis, sostenuto da M5S e Pd, e non risparmia critiche a Matteo Salvini. Sono questi gli aspetti più interessanti emersi dall’intervista rilasciata a “Il Giornale”.

Opposizione al governo giallo-rosso

E’ nato per evitare una vittoria del centrodestra, con un programma statalista, assistenziale e giustizialista. Il peggio della vecchia sinistra, nella sua accezione di potere“. Questo il giudizio dell’ex premier sull’alleanza governativa tra pentastellati e democratici.
Il ruolo di Forza Italia in questa legislatura sarà quindi senza dubbio l’opposizione, ferma, determinata, composta ma netta. Opporremo giorno per giorno i contenuti e il metodo liberale a una sinistra profondamente illiberale. Noi siamo radicalmente alternativi al Pd e ai Cinque Stelle“.
Se qualcuno dei nostri pensasse di aiutare la maggioranza sarebbe fuori da Forza Italia“, avvisa Berlusconi.

Meloni, Berlusconi e Salvini
fonte foto https://twitter.com/iacopo_melio

La critica a Salvini

Guardando al campo interno al centrodestra, Berlusconi non risparmia critiche al leader del Carroccio: “La Lega ha dato l’impressione di voler giocare una partita solitaria e spregiudicata. Noi al contrario abbiamo detto dal primo giorno al capo dello Stato che il centrodestra unito era per la soluzione del voto“.
Il centrodestra unito rappresenta la maggioranza del Paese. Certo, non può essere un monocolore della destra sovranista. La collaborazione tra liberali e sovranisti – ha spiegato il numero uno azzurro – è possibile solo se per sovranismo si intende essere orgogliosi della nostra identità, della nostra storia, dei nostri valori, del nostro stile di vita, delle nostre libertà, della nostra cultura, dei nostri diritti“.

ultimo aggiornamento: 08-09-2019

X