Silvio Berlusconi non ha voluto assistere alla lettura della lista dei ministri di Giorgia Meloni e assistere alla fine della sua era.

Il leader di Forza Italia chiamato dai suoi quando la premier stava per leggere la lista dei ministri in diretta tv al Quirinale, non ha voluto assistere. «Guardate voi, io poi arrivo» avrebbe risposto a chi lo ha esortato a vedere quali erano state le scelte finali di Giorgia Meloni dopo il colloquio con il presidente Mattarella. Sia Berlusconi che Salvini avevano provato a contattare la presidente del Consiglio per scongiurare «qualche scherzo dell’ultimo secondo». Ma nessuno dei due ha avuto risposta.

La giornata di ieri è stata dominata dal gelo tra i due leader del centrodestra. Giorgia Meloni ha temuto qualche intervento scomposto e fuori luogo di Silvio Berlusconi. Dopo le dichiarazioni e i gesti dell’ultima settimana, Meloni ha sospettato che l’anziano alleato volesse rovinarle la festa fino all’ultimo. Atmosfera tesa e sguardo pieno di ira sul volto di Giorgia Meloni mentre Berlusconi ha voluto mostrarsi sorridente e pieno di sé cercando di essere ancora il primo e colui che comanda.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La destituzione completa di Silvio

Ma adesso non è più così e Berlusconi ha dovuto accettarlo, volente o nolente. Emblematico l’incrocio di sguardi di sottecchi sulla testa della neo premier tra lui e Matteo Salvini mentre Giorgia Meloni diceva ai giornalisti che c’era stata “indicazione unanime sul mio nome”. Il sorriso amaro del fondatore di Forza Italia nasconde la sua completa destituzione, questa volta quella decisiva. Non come nel 2018 quando era ancora lui ad essere dietro Salvini, mostrato dal siparietto mentre elencava i punti. Ora rimane composto intimato dalla determinata leader Giorgia Meloni che mette in chiaro “oggi parlo io”.

Probabilmente la giornata di ieri ha sancito realmente la fine dell’era berlusconiana. Il silenzio durante le consultazioni, la compostezza forzata davanti ai giornalisti: Berlusconi è entrato nei ranghi intimato dall’ultimatum di Giorgia Meloni che ha chiarito la sua linea “a chi non sta bene è fuori”. Per questo, l’ex Cavaliere non ha voluto sapere quanto peso avesse nel nuovo governo sapendo che ormai è giunta la fine della sua lunghissima era.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-10-2022


Governo Meloni: esecutivo di “alto profilo”

Giorgia Meloni ha giurato davanti al presidente Mattarella