Le parole di Berlusconi su Putin creano nuove tensioni interne al centrodestra. Il leader di Forza Italia ha infatti detto di aver riallacciato i rapporti con Putin.

Nel suo intervento davanti ai deputati e senatori di Forza Italia Silvio Berlusconi parla del suo rapporto con il presidente russo e dice che Putin gli avrebbe inviato 20 bottiglie di vodka per il suo compleanno. “Frasi in libertà” come le ha definite qualcuno, che sono state smentite subito dal partito. Antonio Tajani ha precisato che si trattasse di fatti risalenti al 2008. Ma smentite che durano poco perché qualcuno che era presente alla riunione di partito ha registrato quelle dichiarazioni che hanno scatenato dure reazioni.

“I ministri russi hanno già detto in diverse occasioni che siamo noi in guerra con loro, perché forniamo armi e finanziamenti all’Ucraina” si sente nell’audio che è circolato sui media. “Io non posso esprimere la mia opinione perché se poi viene raccontato alla stampa viene fuori un disastro però sono molto molto preoccupato” ha detto Berlusconi. Alla fine queste rivelazioni incriminanti sono venute fuori e ora emergono nuove tensioni per il centrodestra, anzi tra Berlusconi e i suoi alleati.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

“Mi ha mandato una lettera dolcissima”

Ancora più incriminante e preoccupante la rivelazione di Berlusconi che segue nell’audio: “Ho riallacciato i rapporti con il presidente Putin, un po’ tanto” confessa il leader di Forza Italia. “Putin per il mio compleanno mi ha mandato 20 bottiglie di vodka e una lettera dolcissima. Io gli ho risposto con bottiglie di Lambrusco e con una lettera altrettanto dolce” conclude sottolineando che Putin lo ritiene il primo dei suoi 5 amici più veri.

A poche ore dalle consultazioni al Quirinale e dopo poche ore dall’incontro che aveva posto una tregua tra i due leader, Giorgia Meloni deve affrontare quest’altro imbarazzante episodio dell’86enne Berlusconi. La futura premier ribadisce il sostegno all’Ucraina e la posizione atlantista del suo governo. Sulle parole del leader di FI non commenta e trapela un “freddo silenzio”. Tra i fedelissimi della presidente di Fratelli d’Italia c’è sconforto per le uscite dell’alleato: “Giorgia deve lottare contro tutto” dicono.

La futura presidente del Consiglio è convinta che Berlusconi voglia “rendermi la vita difficile” come ha detto. Sembra evidente che l’ex premier non voglia arrendersi e riconoscere la leadership a Giorgia Meloni, una donna giovane che non si sottomette ai suoi diktat e ai suoi ricatti. Ricatti che emergono dalle parole dell’ex Cavaliere relative al compagno di Meloni. “Il suo uomo lavora a Mediaset” ha detto Berlusconi facendo notare che lavora per lui. “Che c’entrava? Che intendeva?” si sfoga Meloni. “Io ho conosciuto Andrea che già lavorava a Mediaset e non mi pare che grazie a me abbia avuto alcun favore. E’ un’uscita incredibile…” non si capacita la premier in pectore.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-10-2022


Silvio Berlusconi: “Meloni ha detto di sì a Casellati alla Giustizia”

Meloni su Berlusconi: “Fa come lo scorpione: punge anche se sa che morirà”