Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha rinnovato il suo endorsement nei confronti dell’ingresso di Svezia e Finlandia in Nato.

Gli Stati Uniti sono dalla parte di Svezia e Finlandia. Il presidente americano Joe Biden ha rinnovato il proprio endorsement nei confronti dell’adesione di Svezia e Finlandia nella Nato. Se Putin pensava di dividere l’Europa con la sua azione offensiva in Ucraina, la conseguenza dell’invasione della patria di Volodymyr Zelensky è stata diametralmente opposta. I due paesi scandinavi che hanno espresso la loro volontà di entrare nell’Alleanza Atlantica sono spalleggiati dalla maggior parte dei Paesi europei, tranne la Turchia. Queste sono le parole di Joe Biden in merito alla richiesta di adesione presentata da Svezia e Finlandia nei confronti della Nato.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole del presidente degli Stati Uniti

Durante una conferenza stampa tenutasi oggi alla Casa Bianca con il presidente della Finlandia, Sauli Niinisto, e la premier della Svezia, Magdalena Andersson, Biden ha dichiarato quanto segue. “Sono orgoglioso di accogliere e offrire il forte sostegno degli Stati Uniti per le richieste di due grandi democrazie”.

Joe Biden
Joe Biden

Il leader della Casa Bianca ha affermato che “Le porte della Nato restano aperte”, e ha ricordato che “la Svezia e la Finlandia hanno fatto richiesta di adesione alla Nato perché i loro cittadini glielo hanno richiesto”. Biden ha ricordato che “è così che funziona nella democrazia”, aggiungendo che “la politica delle porte aperte della Nato è importante perché i Paesi possono decidere se aderire a valori come democrazia e libertà”.

“Di fronte all’aggressione la Nato non è diventata più divisa o più debole, ma è più unita e più forte”, al fine di “affrontare la sfide del nostro tempo e il futuro che ci aspetta”. Questo è quanto ribadito da Joe Biden, che ha evidenziato il fatto che “la decisione di Finlandia e Svezia di candidarsi è un ulteriore passo avanti. Restando uniti oggi rigettiamo un crimine che è stato perpetrato e vogliamo ribadire ancora più forte che siamo ‘tutti per uno, uno per tutti’. Perché la Nato è forte non solo grazie alla potenza militare, ma per la sua unità”, oltre che per ”la democrazia in azione”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-05-2022


Stoltenberg: “L’Ucraina può vincere questa guerra”

Sanna Marin, la premier della Finlandia che vuole la Nato