Blitz contro la Camorra. Sono stati arrestati diversi boss del clan Vitale. Smantellata un’organizzazione criminale.

CASTELLLAMMARE DI STABIA (NAPOLI) – Blitz contro la Camorra nelle prime ore di mercoledì 9 marzo 2022. Come riferito da TgCom24, i carabinieri hanno smantellato una vera e propria organizzazione criminale che gestiva il traffico e lo spaccio di droga nella zona di Castellammare di Stabia.

Tra i fermati, anche Ciro e Maurizio Vitale, che facevano parte dell’omonimo clan camorristico. Nei prossimi giorni le indagini continueranno e non si escludono ulteriori fermi per questa vicenda.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini

Le indagini sono iniziate nel novembre 2019 quando gli inquirenti hanno scovato un appartamento dove si presumeva venissero commercializzate sostanze stupefacenti. Da qui gli approfondimenti che hanno portato ai diversi arresti della giornata odierna.

I punti da chiarire, però, sono ancora diversi e per questo motivo si preferisce mantenere il massimo riserbo almeno fino a quando non si hanno delle certezze. Nei prossimi giorni, come detto, si effettueranno tutti gli approfondimenti del caso e vedremo se ci saranno altri fermi. Al momento, non si hanno particolari dettagli su questa vicenda anche perché, come detto, le indagini potrebbero riservare diverse novità.

Carabinieri
Carabinieri

Il pugno duro contro la Camorra

L’operazione ha confermato il pugno duro contro la Camorra da parte dello Stato. In futuro altre operazioni simili saranno condotte dagli inquirenti per mettere fine a tutte queste associazioni criminali e arrestare i responsabili.

Si tratta di blitz fortemente voluti anche dal Viminale per provare a riportare una situazione di maggiore tranquillità nel nostro Paese e, soprattutto, prevenire, qualsiasi confronto violento tra clan rivali in un momento non sicuramente semplice per diversi motivi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-03-2022


Bloccato da un anno in Sudan, finalmente Marco tornerà in Italia

Attentato in Pakistan, attacco suicida in una fiera: rivendica l’Isis