Boldrini contro Piantedosi, è scontro: le parole della deputata
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Boldrini contro Piantedosi, è scontro: le parole della deputata

Laura Boldrini

La tensione sale in Parlamento dopo le dichiarazioni di Laura Boldrini sui recenti scontri a Pisa.

Laura Boldrini, esponente del Partito Democratico, non ha esitato a criticare aspramente il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi per la gestione degli eventi a Pissa, sostenendo che avrebbe dovuto limitarsi a presentare scuse formali per le azioni delle forze dell’ordine.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Laura Boldrini
Laura Boldrini

L’indignazione di Boldrini

Secondo Boldrini, le immagini che hanno mostrato giovani studenti, spesso minorenni, disarmati e con le mani alzate mentre venivano colpiti e immobilizzati dalle forze dell’ordine, hanno suscitato indignazione non solo tra le opposizioni: “Ma l’opinione pubblica, il corpo docenti, lo stesso sindacato di polizia Siulp“.

Piantedosi avrebbe solo dovuto scusarsi per i fatti di Pisa” ha commentato la deputata. Tuttavia, durante il suo intervento in aula alla Camera, Piantedosi ha espresso una posizione differente.

Il ministro ha riconosciuto la gravità degli eventi ed ha assicurato che verranno effettuate verifiche su quanto accaduto. “Quando si giunge al contatto fisico con ragazzi minorenni è comunque una sconfitta,” ha dichiarato il ministro, sottolineando l’importanza di gestire pacificamente le manifestazioni pubbliche.

La difesa di Piantedosi

Nonostante le critiche, Piantedosi ha difeso l’operato delle forze dell’ordine. “Necessario svolgere ogni verifica con puntualità, obiettività e trasparenza” afferma il ministro.

Questa difesa, però, non ha placato gli animi in aula, dove si sono levate le voci di opposizione, compresa quella di Boldrini. I presenti hanno interpretato le parole del ministro come un tentativo di giustificare le azioni della polizia.

La discussione in Parlamento si è trasformata in un vivace scambio di opinioni, con l’opposizione, guidata da Boldrini, pronta a contestare ogni dichiarazione del ministro dell’Interno. Il dibattito riflette la tensione attuale tra il governo e le opposizioni su temi di sicurezza e ordine pubblico, evidenziando una profonda divisione su come gestire le manifestazioni e il ruolo delle forze dell’ordine nella società italiana.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2024 16:31

La Lega cambia le regole: cosa succede con Zaia

nl pixel