Piantedosi tuona: "Il diritto degli appartenenti alle forze di polizia di non subire processi"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Piantedosi tuona: “Il diritto degli appartenenti alle forze di polizia di non subire processi”

Matteo Piantedosi

Il ministro dell’Interno Piantedosi sottolinea l’importanza di un approccio obiettivo e trasparente negli episodi di scontro.

Nel corso di una recente informativa alla Camera, il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, ha espresso preoccupazione per le immagini di scontri avvenuti durante una manifestazione a Pisa, enfatizzando la necessità di condurre verifiche con obiettività e trasparenza. Il ministro ha descritto una situazione di tensione, in cui gli agenti di polizia, per garantire la propria incolumità. Sono stati costretti a una carica di alleggerimento contro i manifestanti che esercitavano pressioni mediante spinte, calci e insulti.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Matteo Piantedosi
Matteo Piantedosi

La difesa dell’integrità delle forze dell’ordine

Piantedosi ha difeso con fermezza il diritto delle forze di polizia di operare senza subire giudizi affrettati, sottolineando il loro ruolo cruciale nella gestione dell’ordine pubblico e nella protezione delle libertà democratiche. La gestione dell’ordine pubblico, secondo il ministro, è un impegno quotidiano che richiede dedizione e comporta rischi, meritando il massimo rispetto.

Solidarietà istituzionale e il ruolo della polizia

Un particolare ringraziamento è stato rivolto al presidente della Repubblica per la solidarietà mostrata nei confronti degli agenti, soprattutto in seguito agli eventi di Torino, dove la polizia è stata oggetto di aggressioni durante un’operazione di rimpatrio. Questo episodio, secondo Piantedosi, evidenzia la necessità di un supporto incondizionato alle forze dell’ordine, che agiscono come presidio delle istituzioni democratiche.

Il ministro ha inoltre riconosciuto l’importanza di manifestazioni pacifiche e ha ammesso che il contatto fisico con i minorenni durante tali eventi rappresenta una sconfitta, richiedendo un’analisi approfondita e misure correttive. Ha ribadito il concetto che l’autorevolezza delle forze di polizia non deriva dall’uso della forza. Ma piuttosto dal loro sacrificio e dal loro impegno costante nella difesa delle istituzioni democratiche e nella lotta contro il terrorismo e la criminalità.

La posizione del ministro Piantedosi riflette la complessità della gestione dell’ordine pubblico in un contesto di crescente tensione sociale. Sottolinea l’importanza di un’azione equilibrata e professionale da parte delle forze di polizia, che deve essere supportata da un’analisi obiettiva e trasparente degli eventi, assicurando al contempo il rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali. La solidarietà istituzionale e il riconoscimento del ruolo vitale svolto dalle forze dell’ordine emergono come elementi fondamentali per mantenere l’ordine pubblico e proteggere la democrazia.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2024 12:24

Calenda, dall’alleanza agli insulti: sfuriata su Giuseppe Conte

nl pixel