Bollettino Covid aggiornato: sono 58.360 i nuovi casi Covid registrati in Italia, riscontrati in 329.569 tamponi eseguiti.

Continuano ad aumentare i casi di positività da Covid-19. Nella fattispecie, il tasso di positività ha raggiunto il 17,7%. Nel frattempo, i guariti ammontano a 59.125 guariti. Situazione stabile nelle terapie intensive, a quota 254. Nel frattempo sono cresciuti i ricoveri a +65.

Sono 58.360 i nuovi casi Covid registrati in Italia, riscontrati in 329.569 tamponi eseguiti. La notizia è giunta attraverso l’aggiornamento quotidiano fornito dal ministero della Salute. Il tasso di positività risulta al 17,7%. Il dato ha registrato un aumento dell’1,8% rispetto alla giornata di lunedì.

Secondo quanto riferito dal bollettino giornaliero, durante le ultime 24 ore le vittime da Covid-19 sono state 113. Nella circolare del ministero della Salute compaiono anche le disposizioni per il nuovo vaccino. Si tratta della quinta dose.

Ospedale Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La circolare del ministero della Salute

All’interno della circolare si legge: “Su richiesta dell’interessato anche tutti gli altri soggetti ultrasessantenni che hanno già ricevuto un secondo richiamo con vaccino a mRNA monovalente, potranno comunque vaccinarsi con un’ulteriore dose di vaccino a mRNA bivalente (virus originario più variante Omicron), una volta trascorsi almeno 120 giorni dal secondo richiamo o dall’ultima infezione”.

Aifa: via alla quinta dose

Già durante il mese di settembre, l’Aifa ha dichiarato che, tutti i soggetti sopra i 12 anni d’età, “possono comunque vaccinarsi con la dose booster su consiglio del medico o come scelta individuale”. Roberto Cauda, direttore dell’Unita’ Malattie infettive del Policlinico Universitario Gemelli di Roma, ha specificato che la quinta dose “andrebbe fatta al più presto nel caso di anziani e soggetti fragili, come prevede la circolare ministeriale appena emanata, mentre per quanto riguarda il resto della popolazione, per la quale non c’è una indicazione precisa ma la quinta dose è comunque possibile, aspetterei”, dice.

Invece per quanto riguarda il resto della popolazione non soggetta a patologie preesistenti, “non è stato ancora dimostrato il vantaggio che potrebbe derivare dalla somministrazione di un nuovo booster dopo il ciclo primario di tre dosi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-10-2022


Assalto a Capitol Hill, estrema destra: “Eravamo pronti a morire” 

Ucraina, Ue: “Le sanzioni alla Russia sono efficaci”