Il bonus internet è un’agevolazione per famiglie e imprese che desiderano usufruire della rete. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il bonus internet consiste in un’agevolazione fornita dallo Stato per favorire la diffusione della banda larga in Italia e potenziare l’accesso veloce ai servizi digitali. Inizialmente, il provvedimento era rivolto a famiglie con una situazione economica difficile, dopo a imprese e titolari di Partita Iva. 

Ad oggi, il provvedimento si espande anche a tutte le famiglie che non possiedono una connessione o che vogliono usufruire di un servizio internet più veloce. Magari per lavorare o in generale per le proprie utenze domestiche. Inoltre non sussiste alcun limite di Isee: qualsiasi famiglia con qualsivoglia reddito potrà usufruire del’agevolazione.

internet banking

Il provvedimento si chiama “Voucher connettività” e serve a pagare abbonamenti a internet ultraveloce. Secondo quanto riferito dal Mise, il provvedimento in questione “è stato avviato nel contesto dell’emergenza sanitaria da Covid-19, durante la quale è emerso come i collegamenti internet a banda ultra larga costituiscano il presupposto per l’esercizio di diritti essenziali, costituzionalmente garantiti, come i diritti allo studio e al lavoro”. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il bonus rivolto a imprese e famiglie

Inizialmente, il bonus prevedeva l’erogazione di 500 euro per servizi di connettività e si rivolgeva solo alle famiglie nella fascia Isee fino a 20mila euro. Poi il provvedimento si è rivolto a “persone fisiche titolari di partita Iva che esercitano, in proprio o in forma associata, una professione intellettuale ai sensi dell’articolo 2229 del Codice civile. Ovvero una delle professioni non organizzate di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4”.  

A breve il provvedimento dovrebbe emanare i voucher destinati a tutte le famiglie, senza limiti di Isee. Consentirà di usufruire della rete internet ultra veloce. La promulgazione dei voucher avverrà attraverso un decreto del ministero dello Sviluppo economico che ne indicherà le modalità di erogazione. Ancora il governo non ha stabilito quali saranno nel dettaglio le modalità di erogazione del bonus, nonostante ciò si ipotizza che il tetto massimo per ciascuna famiglia sia di 300 euro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-07-2022


Bilancio 2022 e decreto Aiuti bis: la richiesta del governo al Parlamento

Pensioni e bollette: ecco cosa c’è nel decreto Aiuti bis