È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Bonus Mobilità 2022: come funziona, a chi è rivolto e come richiederlo.

Il governo conferma per il 2022 il Bonus Mobilità, utilizzato da tante persone per acquistare una bicicletta o un monopattino. Dalla sua prima approvazione, il bonus è stato fortemente criticato sul piano politico ma ha riscosso un grande successo sul piano pratico.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come funziona il Bonus Mobilità 2022

La buona notizia è che il nuovo Bonus Mobilità il governo ha stanziato 5 milioni di euro. La cattiva notizia è che si tratta di fatto di un bonus retroattivo, nel senso che può essere richiesto da chi ha acquistato un mezzo di trasporto leggero e non inquinante e che è rimasto escluso dal bonus per esaurimento fondi.

Se nella precedente formulazione il bonus consisteva in un contributo dal valore di 500 euro, nella nuova formulazione il Bonus Mobilità è di fatto un credito di imposta fino a 750 euro che può essere utilizzato in tre annualità. Il bonus va dichiarato nella dichiarazione dei redditi.

Monopattino
Monopattino

Chi può richiedere il bonus

Il bonus è destinato alle persone che tra il 1 agosto e il 31 dicembre 2020 ha acquistato un mezzo di trasporto leggero non inquinante, quindi ad esempio bicicletta e monopattino. Vale anche per gli abbonamenti al trasporto pubblico, per i servizi di mobilità elettrica in condivisione o sostenibile a fronte della rottamazione di un mezzo con emissioni tra 0 e 110 grammi per chilometro.

Come richiederlo

Per richiedere il bonus mobilità è necessario presentare un’istanza all’Agenzia delle entrate con la quale si segnala all’Agenzia stessa la spesa sostenuta nel corso del 2020. Sarà la stessa Agenzia a stabilire se la domanda rispetti i requisiti per il riconoscimento del bonus.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-11-2021


Speranza, “Lavoreremo per ampliare la platea dei destinatari della terza dose. Avanti con il Green Pass”

MotoGP, Quartararo il più veloce nella prima sessione di libere del GP dell’Algarve