Borse 4 ottobre 2021, Milano apre la settimana in calo. Lo spread ritorna sopra i 104 punti.

MILANO – Borse 4 ottobre 2021. Prima seduta negativa per i mercati europei. A pesare sempre l’inflazione e le incertezze sul futuro della pandemia.

In Asia i fari erano puntati su Evergrande. L’azienda è stata costretta a sospendere le contrattazioni in attesa dell’annuncio di una importante transazione. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, un magnate invisibile sarebbe pronto a mettere sul piatto un’offerta da oltre 5 miliardi per salvare il colosso. Nelle prossime ore su questo tema ci potrebbero essere importanti novità, ma fino a quando non ci sarà la fumata bianca la multinazionale non dovrebbe riprendere gli scambi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Milano in negativo

Apertura della settimana in rosso per Milano. In questa prima seduta Piazza Affari ha lasciato per strada lo 0,6%, confermandosi in linea con gli altri indici. Parigi ha perso come il listino italiano, mentre Francoforte ha lasciato per strada lo 0,7%. Ha limitato i danni, invece, Londra (-0,2%).

Si continua con un andamento misto in Asia. L’unica in positivo è stata Shanghai (+0,9%). Male sia Tokyo (-1,13%) che Hong Kong (-2,25%), mentre Seul ha chiuso invariata. Inizio complicato per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,94%, il Nasdaq il 2,14%.

SH_Wall_Strett
SH_Wall_Strett

I mercati in tempo reale

Spread in rialzo

Lo spread è tornato a salire in questa prima seduta settimanale. Il differenziale ha chiuso in area 104 punti, con il decennale allo 0,82%. Una seduta che è ha segnato un rialzo anche dell’euro. La moneta europea è passata di mano a 1,1622 dollari e 128,90 yen.

Continua, invece, la corsa del petrolio in questo primo lunedì del mese dopo la decisione dei Paesi Opec+ di aumentare la produzione di 400mila barili al giorno. Il contratto Wti è salito a 76,99 dollari al barile, il Brent a 80 dollari.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-10-2021


Economy of Francesco, il messaggio del Papa ai giovani: “Forse siete l’ultima generazione che ci può salvare”

Visco: “La crescita al 6 per cento dipenderà dalle vaccinazioni”