Coronavirus, il Commissario Ue Breton presenta il certificato sanitario: “Troverete il vostro nome, la data di nascita e se siete stati vaccinati”.

Thierry Breton, Commissario europeo che si occupa dei vaccini, ha parlato al programma Le Grand Jury presentando il certificato sanitario. Il Commissario europeo ha presentato un facsimile dell’originale per spiegare il funzionamento dello strumento proposto dall’Unione europea in vista della prossima estate.

Breton presenta il certificato sanitario

Questo è il certificato sanitario. Troverete il vostro nome, la data di nascita, il numero di passaporto, se siete stati vaccinato o no e con quale vaccino, indipendentemente dall’essere stati portatori della malattia“, ha dichiarato Breton presentando il certificato sanitario. Le informazioni sono quindi limitate. Si tratta delle generalità del soggetto e delle informazioni legate alla somministrazione del vaccino.

Europa Unione europea
Europa Unione europea

A cosa serve

Ma a cosa serve il certificato sanitario? Sostanzialmente permetterà di spostarsi anche fuori dai confini nazionali, consentendo così di recarsi all’estero per le vacanze estive. Il certificato potrebbe essere richiesto da una compagnia aerea. Le persone sprovviste del certificato dovranno sottoporsi al test per la ricerca del coronavirus. In caso di esito negativo si potrà viaggiare senza problemi, ovviamente.

Breton, “In Europa immunità collettiva entro la metà del mese di luglio”

Breton ha parlato anche della campagna di vaccinazione a livello europeo e si è detto fiducioso che l’Europa raggiungerà l’immunità collettiva entro la metà del mese di luglio.

“Ora abbiamo la capacità di produrre e fornire ai nostri concittadini europei i 360 milioni di dosi del vaccino previste alla fine del trimestre e i 420 milioni di dosi previste per la fine di luglio, necessarie per iniziare a parlare di questa immunità collettiva e raggiungerla”.

L’approvazione del vaccino Sputnik

Infine per quanto riguarda l’approvazione di Sputnik Breton ha fatto sapere che l’Europa è concentrata sui vaccini già approvati ma non esclude di procedere con l’approvazione del prodotto russo.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 28-03-2021


Speranza: “Riaperture graduali da maggio”

Salvini: “Al lavoro con Draghi per le riaperture dopo Pasqua” – VIDEO