Da Bruxelles a Parigi, tutti i si schierano dalla parte dell’ex banchiere.

Mario Draghi è sempre stato molto apprezzato in Europa dai tempi in cui era il presidente della Banca centrale. Ma ha saputo farsi stimare anche a capo del governo italiano gestendo battaglie difficili e affrontando sfide complesse restituendo all’Italia un ruolo centrale in Occidente e in Europa. Per questo, in Europa ora c’è preoccupazione e stupore per quanto successo nei giorni scorsi a Roma.

“Il lavoro svolto da Draghi costituisce una base molto solida, sui cui l’Italia può contare nei mesi e negli anni a venire” ha dichiarato il presidente francese Macron che aveva rafforzato con lui i patti bilaterali tra Italia e Francia anche nel contesto bellico e energetico. Il presidente loda “il sostegno incrollabile nel fornire risposte europee alle nostre sfide comuni, in particolare di fronte all’aggressione dell’Ucraina da parte della Russia”.

bandiera europea
bandiera europea

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’Europa perde stabilità

Ora Parigi come Bruxelles sono convinti che l’Italia entrerà in una fase di instabilità dettato dal clima di campagna elettorale e dalla precarietà politica monca della figura solida e determinata del premier. Ma non mancano le critiche da parte dei partiti europei a 5 stelle ma anche a Forza Italia. Il capogruppo del Ppe Weber ha annunciato che era impossibile continuare con i 5 stelle. Ma lo correggono sia Letta che Gozi di Renew ricordandogli che anche Forza Italia ha avuto un ruolo cruciale in questa caduta del governo.

“Un’alleanza con la Lega e la post-fascista Meloni non è altro che estremismo. Niente a che vedere in linea di principio con i valori del Ppe” sottolinea il liberale. Buttando benzina sul fuoco sul già diviso partito di Berlusconi.

Nel parlamento belga è apparsa la scritta “Viva Draghi”. Il premier viene osannato in tutta Europa e anche parte dell’Italia si rammarica di questa perdita. Ma nelle istituzioni europee ora si teme la destabilizzazione sia politica che economica dell’Italia che potrebbe avere riflessi negativi anche nell’eurozona. La Germania e la Francia contavano su di lui per tenere le redini di questo triangolo e anche dell’Italia stessa dato che anche gli altri due paesi si sono indeboliti dall’uscita di scena di Merkel e dalla perdita di consenso di Macron.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-07-2022


Covid: in aumento i ricoveri in terapia intensiva

Assalto al Congresso: “Trump scelse di non agire”