Filippo Magnini si è reso protagonista di un salvataggio in mare in provincia di Cagliari. L’ex campione di nuoto ha soccorso un turista in difficoltà.

CAGLIARI – Filippo Magnini salva un turista in difficoltà in provincia di Cagliari. L’episodio curioso che ha visto protagonista l’ex nuotatore è avvenuto a largo di Cala Sinzias. A raccontare la vicenda è stato il direttore de La Provincia di Cremona che ha assistito alla vicenda in prima persona.

Le condizioni del turista non sono molto gravi e il merito è sicuramente di Magnini. L’ex capitato della Nazionale italiana di nuoto è riuscito a tenere a galla l’uomo in attesa dell’arrivo dei soccorritori. La vittima è stata portata in ospedale ma le sue condizioni non preoccupano particolarmente i medici. Nelle prossime ore ci potrebbe essere un incontro tra il turista e Magnini e con l’occasione l’ex nuotatore riceverà i ringraziamenti da parte della persone che ha salvato.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Filippo Magnini Doping
Filippo Magnini

Magnini salva turista in difficoltà in provincia di Cagliari

La vicenda è stata resa nota dal direttore della Provincia di Cremona che ha assistito alla vicenda in prima persona. Il turista – secondo quanto raccontato – si è messo a rincorrere il materassino che per il forte vento aveva preso il largo.

Ma durante l’inseguimento un crampo o un piccolo malore ha costretto il bagnante a richiamare l’attenzione dei bagnini o degli amici. Ma ad accorgersi è stato Filippo Magnini che si trovava in vacanza con la fidanzata Giorgia Palmas. L’ex campione di nuoto si è immediatamente tuffato in acqua per aiutare il turista in attesa dei soccorsi. Le condizioni dell’uomo non sono gravi e il merito è sicuramente del bronzo olimpico di Atene 2004.

Una vicenda che poteva trasformarsi in una tragedia ma fortunatamente per tutti l’intervento di Magnini è stato decisivo per salvare la vita allo sfortunato bagnante che stava inseguendo un materassino.


Nave da crociera sbanda a Venezia, il video

Caso Sea Watch, denunciata la gip che ha liberato Carola Rackete