Calcolo tfr colf e badanti, come effettuarlo

Il calcolo TFR colf e badanti è  semplice da realizzare, grazie anche al nuovo sito INPS che a partire dal 2018 illustra i passaggi in modo chiaro.

Calcolo Tfr Colf – Badanti e Cud

Al termine dell’anno, la somma maturata viene accantonata e definita come quota accantonamento annuale TFR e la si può ritrovare nel CUD. La quota annuale accantonata di TFR si somma alle quote precedenti che vengono rivalutate su base annua.

Come si calcola il TFR per colf e badanti?

Il principio, come ribadito anche da INPS, è analogo a quello di qualsiasi altra tipologia di lavoro subordinato. Una quota del trattamento di fine rapporto dovrebbe essere accantonata ogni anno, ed essere corrisposta al lavoratore dipendente a prescindere dalla natura dell’interruzione del rapporto.

Alla fine del rapporto di lavoro il datore dovrà versare alla colf o alla al badante:

A): le quote accantonate e che sono state rivalutate nel mese in cui termina il rapporto di lavoro stesso

B): la quota che è stata maturata nel periodo conclusivo del rapporto di lavoro.

Calcolare TFR Badanti e Colf, la procedura

Come riporta il sito INPS, in cui possiamo trovare una pagina dedicata proprio al trattamento di fine rapporto per colf, badanti e collaboratori domestici, il conteggio andrebbe fatto tenendo conto anche del periodo di servizio: il primo periodo è terminato il 31 maggio 1982, il secondo periodo è terminato il 31 dicembre 1989, mentre dal primo gennaio 1990 ci troviamo nel terzo periodo, quello al quale normalmente ci si riferisce per questi calcoli.

Tale procedimento andrebbe effettuato annualmente come segue:

1. Calcolare la retribuzione complessiva annua, moltiplicando la retribuzione complessiva mensile per le 13 mensilità previste.

2. Determinare la quota annuale di accantonamento, dividendo la retribuzione complessiva annua per 13,5

3. La quota annuale di accantonamento deve essere sommata alla quota accantonata l’anno precedente, ma prima il TFR già accantonato deve essere rivalutato, utilizzando l’indice di rivalutazione presente sul sito INPS.

Al termine del rapporto di lavoro si dovrà altresì calcolare la quota di TFR ultima, restando sulla proporzione dei mesi lavorati.

Calcolo TFR Badante o colf: molti parametri da considerare

Il lavoro domestico di colf e badanti rientra in un ambito lavorativo più ampio che comprende differenti categorie oltre a quelle sopra evidenziate, tale questione va chiarita ai fini di legge ma anche per una maggiore comprensione della questione.

La suddivisione che ne scaturisce è per mansioni e livelli.

Per ogni categoria vi è una differente retribuzione minima, una diversa durata del periodo di prova e una progressione automatica di carriera. A seguire le categorie e le specifiche:

– Le prestazioni relative alla presenza notturna

– Le prestazioni assistenziali notturne su base discontinua

– Le differenti mansioni

– I differenti livelli

– Categoria delle Badanti

– Categoria delle Colf

– Categoria dei Collaboratori specializzati

– La disciplina oraria

Quindi un corretto calcolo di liquidazione per colf e badanti richiede un controllo preciso e puntuale sulle retribuzioni passate, e su tutti i dettagli delle diverse buste paga erogate negli anni, per tutto il periodo per cui la persona interessata ha prestato servizio per quello specifico datore di lavoro.

TFR Colf e Badanti
fonte foto: pexels.com/photo/woman-standing-beside-woman-on-white-wooden-chair-facing-body-of-water-160767/

Effettuare rapidamente il calcolo TFR per lavoratore domestico

Fermo restando il consiglio generale, cioè di affidarsi a professionisti per questo tipo di calcoli in modo da evitare brutte sorprese, per chi vuole avere un’idea generale del valore di un TFR di lavoratore domestico, una colf o una badante, può affidarsi anche ai numerosi calcolatori online che sono stati messi a punto nel corso degli anni, per esempio quello che si trova all’indirizzo www.webcolf.com/exec/isapi.dll/calcolo-online-tfr-colf-badanti.html.

T.F.R. Colf e badanti: è possibile corrisponderlo annualmente?

Ricordiamo inoltre che il TFR di colf e badanti, come quello di molte altre tipologie di lavoro subordinato, può essere corrisposto anche annualmente, se lavoratore e datore di lavoro sono d’accordo.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 12-06-2018

Guide News Mondo

X