La Campania non firma l'intesa Stato-Regioni, l'annuncio di De Luca

La Campania non firma l’intesa Stato-Regioni

La Campania non ha firmato l’intesa Stato-Regioni sulla ripartenza. De Luca: “Ristoranti e pub non aprono”.

NAPOLI – La Campania non ha firmato l’intesa Stato-Regioni sulla ripartenza. L’annuncio è arrivato direttamente dal presidente De Luca ospite della trasmissione In mezz’ora in più, in onda su Rai 3 condotta da Lucia Annunziata.

Sulle linee generali della sanità – ha precisato il governatore spiegando il motivo del no – serve il parere del ministero della Salute. Le responsabilità delle norme di sicurezza non possono essere scaricate sulle Regioni“.

De Luca attacca: “Troppa confusione”

In Campania dal 18 maggio non apriranno pub e ristoranti: “C’è un clima di confusione – ha ammesso De Luca – non ripartiremo da lunedì. Abbiamo deciso di avere un’interlocuzione con le categorie economiche per prepararli alla sanificazione e a procurarsi pannelli di divisione per agevolare l’apertura di piccoli ristoranti“.

E il presidente della Regione non garantisce l’apertura dei confinisi dal 3 giugno: “Deciderò il 2 giugno vedendo la situazione epidemiologica reale”.

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca

De Luca: “Risultati straordinari”

Il presidente De Luca ha parlato di “risultati straordinari raggiunti dalla Campania visto che abbiamo ricevuto da Consip un quarto dei tamponi arrivati in Veneto e un terzo di quelli giunti nel resto d’Italia“.

E non mancano le critiche al Governo: “Siamo tra le Regioni che hanno meno risorse nel fondo sanitario nazionale. La Campania riceve pro capite ogni anno 45 euro in meno rispetto ad un cittadino veneto, 40 euro in meno ad uno lombardo, 60 euro in meno ad uno dell’Emilia-Romagna, e 30 euro in meno ad uno laziale. La Campania viene rapinata ogni anno di 300 milioni di euro dallo Stato centrale“.

Nessuna riapertura immediata in Campania

Nessuna riapertura immediata, quindi, in Campania con ristoranti e pub che potrebbero riavviare i motivi tra fine maggio e inizio giugno ma si dovrà attendere il via libera della Regione.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 18-05-2020

X