Coronavirus, a Bitonto il primo caso di cane positivo in Italia. Le condizioni della barboncina sono buone.

L’Italia registra il primo caso di cane positivo al coronavirus. Il caso, a suo modo rivoluzionario, è avvenuto a Bitonto, in Provincia di Bari. La buona notizia è che il cane è in buone condizioni e non presenta sintomi. Non solo. La scoperta conferma le evidenze scientifiche degli ultimi mesi: i cani di fatto non rappresentano una minaccia per l’uomo alla luce della carica virale bassa.

Covid, a Bitonto il primo cane positivo al coronavirus in Italia

Il primo cane positivo al nuovo coronavirus in Italia è una barboncina di un anno circa. Si tratta di un cane domestico che vive in una casa con quattro persone. Tutte sono risultate positive ma asintomatiche. La buona notizia è che anche il cane è in buone condizioni, anzi, non presenta sintomi.

Coronavirus
Coronavirus

Ma i cani non rappresentano una minaccia per l’uomo

La scoperta si deve all’infettivologo Decaro. “Stavolta abbiamo avuto diversi tamponi positivi: una quindicina fra quelli nasali, orali e rettali. Ma il titolo virale è risultato molto basso […]. Significa che il cane non è in grado di infettare, perché anche se viene contagiato, il virus è presente in quantità modeste, per intenderci. Dunque si conferma quanto era già noto sulla base della letteratura scientifica internazionale“.

Di fatto il caso di Bitonto conferma che i cani possono contrarre il virus ma che non possono trasmetterlo all’uomo per la bassa carica virale. Bisogna quindi tutelare gli amici a quattro zampe e non vederli come una minaccia.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
bitonto coronavirus Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 11-11-2020


“Le sue considerazioni sono infondate”, il San Raffaele prende le distanze da Burioni

Vaccino, firmato l’accordo tra Bruxelles e la Pfizer. Arcuri responsabile del piano di distribuzione? Mosca, ‘Nostro vaccino efficace al 92 per cento’