Il canone Rai esce dalla bolletta dell’elettricità e per pagarlo ci sarà un metodo diverso ma si può anche disdirlo in modo legale.

A partire dal 2024 il canone Rai potrebbe uscire dalla bolletta dell’energia elettrica. Già a febbraio il ministro dell’Economia Giorgetti aveva dichiarato che il canone Rai entro l’anno prossimo sarebbe dovuto uscire dalla bolletta dell’elettricità.Dalla bolletta il canone Rai dovrà uscire e quindi l’anno prossimo bisognerà trovare un altro strumento” aveva detto.

Non sarà più incluso nella bolletta della luce quindi il canone Rai a partire dal 2024. Il decreto energia dello scorso aprile prevede diverse ipotesi riguardo alla modifica del pagamento. E’ escluso però un ritorno al vecchio sistema del bollettino postale, in quanto potrebbe portare a un aumento dell’evasione della tassa, precedentemente vicino addirittura al 27%.

Agevolazioni e Bonus 2023:
la lista completa e come ottenerli

logo rai
logo rai

Come pagare il canone?

Tra le varie ipotesi quella più plausibile sembra essere la riscossione della tassa del canone mediante la dichiarazione dei redditi (modello 730 o Redditi PF) in modo da tenere comunque bassa la temuta evasione del tributo. Un’altra ipotesi potrebbe essere quella di affidare la gestione alle società regionali. Ma la novità principale è che si può non pagare il canone in modo legale senza evadere.

È importante ricordare che si può disdire il canone solo se non si possiede più un televisore e si è proprietari dell’utenza elettrica.

Riproduzione riservata © 2023 - NM

ultimo aggiornamento: 03-05-2023


Decreto lavoro, aumenti in busta paga: quando e per chi?

Sapevi che il Canone Rai in realtà non esiste? Ecco cos’è realmente, perché si paga e chi è esente