Carlos Bacca alza la voce: “Giocavo nel peggior Milan della storia”

Carlos Bacca affonda il colpo: “Io nel peggior Milan della storia. Avevo idee diverse dall’allenatore e dal presidente”.

chiudi

Caricamento Player...

Amato, poi criticato quindi venduto e infine da qualcuno anche rimpianto: questa la parabola breve ma intensa di Carlos Bacca al Milan, e ora il colombiano non perde occasione per ridersela sotto i baffi e approfitta del momento no dei rossoneri per togliersi qualche sassolino dalla scarpa e fare luce sulle motivazioni che lo hanno portato al Villareal.

Carlos Bacca: “Io nel peggior Milan della storia”

Intervenuto ai microfoni di W Radio Colombia, Carlos Bacca ha parlato dei suoi anni al Milan: “Gli anni passati al Milan sono stati soddisfacenti per me sul piano personale, ho raggiunto l’obiettivo stabilito. Si poteva fare meglio, però serviva l’aiuto della dirigenza e della squadra. Ero nel peggior Milan della storia“.

Il ritorno in Europa e l’addio – Dopo trentuno anni il presidente Berlusconi voleva vendere il club. Con l’allenatore e la nuova dirigenza avevamo idee diverse, ma vado avanti a testa alta perché il Milan è in Europa e ho dato il mio contributo. Sono soddisfatto che il Milan sia tornato in Europa, era un mio obiettivo quando lasciai il Siviglia“.