Carlos Bacca alza la voce: “Giocavo nel peggior Milan della storia”

Carlos Bacca affonda il colpo: “Io nel peggior Milan della storia. Avevo idee diverse dall’allenatore e dal presidente”.

Amato, poi criticato quindi venduto e infine da qualcuno anche rimpianto: questa la parabola breve ma intensa di Carlos Bacca al Milan, e ora il colombiano non perde occasione per ridersela sotto i baffi e approfitta del momento no dei rossoneri per togliersi qualche sassolino dalla scarpa e fare luce sulle motivazioni che lo hanno portato al Villareal.

Carlos Bacca: “Io nel peggior Milan della storia”

Intervenuto ai microfoni di W Radio Colombia, Carlos Bacca ha parlato dei suoi anni al Milan: “Gli anni passati al Milan sono stati soddisfacenti per me sul piano personale, ho raggiunto l’obiettivo stabilito. Si poteva fare meglio, però serviva l’aiuto della dirigenza e della squadra. Ero nel peggior Milan della storia“.

Il ritorno in Europa e l’addio – Dopo trentuno anni il presidente Berlusconi voleva vendere il club. Con l’allenatore e la nuova dirigenza avevamo idee diverse, ma vado avanti a testa alta perché il Milan è in Europa e ho dato il mio contributo. Sono soddisfatto che il Milan sia tornato in Europa, era un mio obiettivo quando lasciai il Siviglia“.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 19-10-2017

Nicolò Olia

X