Stando ai dati forniti da Quotidiano Energia, calcolati alle 8 del mattino del 9 ottobre, il caro benzina è tornato a farsi sentire.

Nella giornata di venerdì 7 ottobre, le quotazioni internazionali hanno registrato un’impennata sul prezzo della benzina. L’Italia – come tutta l’Europa – continua ad assistere al caro benzina e i portafogli continuano a subire stangate. In particolare, il prezzo del disel ha registrato una grande salita, situazione strana per gli italiani abituati a vedere prezzi più alti per la benzina rispetto al diesel. 

Alla luce di questo nuovo aumento, le compagnie sono tornate a muovere nuovamente i prezzi raccomandati. Nella fattispecie, Eni ha aumentato di 3 centesimi il diesel, Ip di 3 centesimi il diesel e la benzina, Q8 di 3 centesimi la benzina e di 4 il diesel, Tamoil di 1 centesimo il diesel. I prezzi praticati alla pompa dei due prodotti sono in forte crescita, a causa degli aumenti generalizzati verificatisi durante gli scorsi giorni. 

pompe di benzina

Ma il caro benzina non riguarda soltanto l’Italia. Difatti, il prezzo della benzina ha subito un forte rialzo a livello internazionale, con l’aumento del costo del petrolio previsto da qualche giorno a questa parte. Con l’aumento del costo del petrolio, infatti, anche quello della benzina sale lentamente. Parallelamente, con una discesa sul prezzo del petrolio anche quello della benzina registra un calo. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Listino prezzi della benzina 

Stando ai dati forniti da Quotidiano Energia e comunicati dai gestori all’Osservaprezzi del Mise, il prezzo medio nazionale praticato della benzina in modalità self è 1,690 euro/litro (1,656 il dato di venerdì). I diversi marchi compresi tra 1,661 e 1,708 euro/litro (no logo 1,674). Il prezzo medio praticato del diesel self si posiziona a 1,836 euro/litro (contro 1,765 di venerdì), con le compagnie tra 1,823 e 1,856 euro/litro (no logo 1,818).  

Il prezzo del servito, per la benzina è aumentato a 1,833 euro/litro (1,802 il dato precedente), con gli impianti colorati che praticano prezzi tra 1,754 e 1,913 euro/litro (no logo 1,729). Il diesel servito sale a 1,972 euro/litro (contro 1,908 di venerdì), con i punti vendita delle compagnie che praticano prezzi medi compresi tra 1,914 e 2,051 euro/litro (no logo 1,869). I prezzi praticati del Gpl si posizionano tra 0,788 a 0,807 euro/litro (no logo 0,783). Il metano auto costa tra i 2,816 e 3,451 (no logo 2,829). 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-10-2022


Bollette gas: quando diminuiranno?

Fmi e Banca Mondiale: “I rischi di una recessione sono aumentati”