Angelo Vassallo era il sindaco di Pollica, ucciso proprio sulla strada di casa, all’interno della sua automobile.

Sono passati 12 anni dall’omicidio di Angelo Vassallo. Il caso risale al 5 settembre 2010: l’assassino fece esplodere nove colpi di pistola. Angelo Vassallo era il sindaco di Pollica, ucciso proprio sulla strada di casa, all’interno della sua automobile. Il suo cadavere venne ritrovato nelle prime ore del mattino.

Da quel momento sono scattate le indagini, prima affidate alla procura di Vallo della Lucania, poi assunte dalla Direzione distrettuale Antimafia di Salerno. Secondo quanto emerso dalle ricostruzioni delle ultime ore di vita dell’uomo, passò al porto prima di morire, insieme ad alcuni concittadini ed amici, a parlare di mare e pesca.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il losco giro di droga

Poi ad un certo punto si allontanò per non tornare mai più. Il caso della morte di Angelo Vassallo ha ancora tantissimi punti oscuri. Qualche giorno prima di morire, la vittima aveva confessato di “aver scoperto qualcosa che non doveva scoprire”.

Ad oggi sono trascorso dodici anni dalla morte del sindaco, e qualche mese fa sarebbero emersi dei nuovi dettagli sul caso. Domenico Vaccaro, un collega amministratore della vittima, ha dichiarato che il sindaco aveva paura di morire già diversi mesi prima dalla tragedia.

Lutto

Con molta probabilità, i suoi timori erano collegati alla scoperta di un grosso traffico di droga ad Acciaroli. Il traffico passava via mare, attraverso dei gommoni. In quegli anni, Vassallo scoprì il losco giro e “rifiutò di farsi corrompere”. La notizia è emersa attraverso la testimonianza di un vass agli investigatori.

A Pollica, questo 3 settembre è stata organizzata una marcia, per “conoscere la verità per credere nella giustizia“. Alla marcia hanno partecipato tutti i cittadini del paese di Pollica, in segno commemorazione del sindaco. Per il cinque settembre, il giorno dell’anniversario della morte di Vassallo, è stata organizzata una serata in sua memoria.

L’attuale sindaco di Pollica, Stefano Pisani: “Il 5 settembre continuiamo, come abbiamo sempre fatto ogni giorno in questi anni, a coltivare la memoria di un uomo straordinario come Angelo Vassallo mai come in questo momento, è importante percorrere la strada che aveva intrapreso Vassallo, perché solo prendendo esempio da uomini come lui, l’Italia sarà un paese più verde, innovativo ed inclusivo”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 06-11-2022


Caserta, omicidio al culmine della lite: preso l’accoltellatore 

Daniele, 24enne suicidatosi: morto l’adescatore 64enne