Tedesco e Mandolini i due carabinieri condannati per aver testimoniato il falso per la morte di Cucchi.

La corte di appello di Roma ha condannato a tre anni e sei mesi il maresciallo Roberto Mandolini e il carabiniere Francesco Tedesco a 2 anni e 4 mesi. I due carabinieri sono stati accusati di aver testimoniato il falso nell’ambito del processo di appello bis sul pestaggio e l’omicidio di Stefano Cucchi. La sentenza è arrivata in calcio d’angolo a poche ore che scattasse la prescrizione.

Per Mandolini il pg aveva chiesto di confermare la condanna di primo grado a tre anni e otto mesi. Per Tedesco, che con le sue dichiarazioni ha fatto riaprire le indagini sul caso, aveva chiesto invece l’assoluzione. La sentenza di condanna per i carabinieri Mandolini e Tedesco è stata commentata positivamente dalla sorella di Stefano Cucchi, Ilaria.

Ilaria Cucchi
Ilaria Cucchi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Giustizia fatta fino in fondo

“Giustizia è fatta fino in fondo, ci abbiamo dedicato tanti anni della nostra vita. Oggi è una giornata importantissima che dedico ai miei genitori che purtroppo non sono riusciti ad essere qui” ha detto la donna che ha cercato in questi anni la giustizia per l’uccisione di suo fratello. Ilaria Cucchi ha messo su Facebook un post con la foto del carabiniere all’epoca comandante della stazione Appio dove fu portato Stefano Cucchi.

Mandolini non aveva rinunciato alla prescrizione, come aveva sottolineato Ilaria Cucchi. “Sono le 10. Inizia il processo bis contro il Maresciallo Mandolini. Sono previste le repliche. La Presidente annuncia che questo è l’ultimo giorno utile per arrivare a sentenza evitando la prescrizione. Mandolini aveva detto che vi avrebbe rinunciato. Ovviamente non ha mantenuto la parola. Posso dire che non mi stupisco?“, aveva scritto Ilaria Cucchi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 22-07-2022


Lascia la figlia in casa di 18 mesi: muore di fame

Siracusa, bimbo ucciso a botte: ergastolo per ila madre e il compagno