Caso Desirée, l’intervento di Mughini dagli studi di Domenica In: difficilmente la ragazza avrebbe potuto fare una fine diversa.

Sono destinate a far discutere le dichiarazioni di Giampiero Mughini sul caso Desirée. Il noto opinionista televisivo, intervenuto a Domenica In, ha parlato della sedicenne uccisa a Roma come di una predestinata che difficilmente avrebbe potuto fare una fine diversa.

Mughini sul caso Desirée: con una vita così e una famiglia così difficilmente avrebbe potuto fare una fine diversa

“Si drogava. Ed era nata e cresciuta in un reame di droga, dove non puoi trovare carmelitani scalzi – ha commentato Mughini facendo bisbigliare il pubblico di Domenica In e attirandosi le critiche di alcuni dei presenti. Era predestinata perché con una vita così e una famiglia così difficilmente avrebbe potuto fare una fine diversa“. 

Questa è stata una situazione di un’assurda prepotenza… Veniva da una famiglia difficile, era una ‘principessa’ che stava al centro del reame della droga. Non possiamo stupirci di queste realtà… Altro che principesse! Io uso il sonnifero per dormire e se me lo togliessero, non so come reagirei. Io che sono uno strutturato! Figuriamoci cosa succede con la droga“, ha concluso Mughini come riportato da il Messaggero.

Caso Desirée, proseguono le indagini

Proseguono intanto le indagini degli inquirenti per provare a fare luce sulla vicenda. Nel corso delle ore si sono moltiplicate le testimonianze di persone che hanno visto o sentito qualcosa all’interno del capannone occupato e trasformato in una vera e propria piazza di spaccio e consumo di droga.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
caso desirée cronaca Mughini News people tv

ultimo aggiornamento: 29-10-2018


Mantova, 14enne morta nell’ora di educazione fisica: aperta un’inchiesta

Caso Desirée, ascoltati i genitori della ragazza