Bufera su Anna Macina (M5s) dopo un’intervista al ‘Corriere della Sera’. La ministra Cartabia la convoca.

ROMA – Bufera su Anna Macina. In un’intervista al Corriere della Sera la sottosegretaria pentastellata alla Giustizia è ritornata sul caso Grillo insinuando che Giulia Bongiorno possa aver rivelato a Matteo Salvini il contenuto di uno dei video.

Dichiarazioni che hanno portato la Lega a chiedere le dimissioni, ma le critiche sono arrivate anche da Italia Viva con Lucia Annibali e da Forza Italia.

La posizione della ministra Cartabia

Le dichiarazioni della sottosegretaria non sono piaciute a Marta Cartabia. La ministra ha immediatamente convocato l’esponente pentastellata e ribadito la linea da tenere in casi simili. “Una posizione istituzionale – ha ricordato la Guardiasigilli, riportata da La Repubblicarichiede il massimo riserbo sulle vicende giudiziarie aperte […]“.

Marta Cartabia
Marta Cartabia

Un richiamo che non dovrebbe avere altre conseguenze almeno al momento. Ma Lega, sostenuta da Fi e da Italia Viva, non ha nessuna intenzione di mollare e ha depositato una interrogazione alla ministra “per chiedere se il sottosegretario sia ancora compatibile con l’incarico ricoperto e con il mantenimento delle deleghe assegnatele, alla luce delle gravi dichiarazioni rilasciate oggi […]“.

La difesa

Non si è fatta attendere la difesa della sottosegretaria. “Le mie parole – ha detto la pentastellata – sono un vinto a sgomberare il campo da equivoci di ambiguità su una vicenda rispetto alla quale non mi sono mai permessa di entrare. Sono stupita dal polverone che ne è nato, da parte mia nessuna accusa, ma un semplice interrogativo, sorto dopo alcune dichiarazioni a mezzo stampa del senatore Matteo Salvini. Solo la richiesta di chiarezza e trasparenza“.

Nei prossimi giorni possibile un nuovo chiarimento all’interno della maggioranza sulla vicenda. Ma il premier Draghi non sembra essere intenzionato ad entrare in questa vicenda confermando che si tratta di una questione privata e non politica.


Romano (Pd): “Mio figlio è morto da due mesi e non riesco a seppellirlo”. Raggi convoca l’Ama. Il caos cimiteri finisce in Procura

Scuola, Bianchi sulla didattica in presenza: “Non c’è divergenza sull’idea che si debba raggiungere il 100 per cento”