Secondo gli inquirenti Alessia Pifferi avrebbe somministrato alla sua bambina di 18 mesi dei tranquillanti prima di abbandonarla in casa.

L’omicidio della piccola Diana è avvenuto a Ponte Lambro. La vittima era una bimba di soli diciotto mesi, la piccola Diana, morta “per la fame e la sete”, secondo gli inquirenti. Diana è morta nella casa di corte al civico 16/20 di via Parea. Ad essere accusata dell’omicidio della piccola Diana, sua madre, Alessia Pifferi.

In seguito all’autopsia svolta sul corpo della piccola, oltre alla presenza di alcuni frammenti di materasso nello stomaco, nel sangue della bimba è emersa anche la presenza di tranquillanti. Pare che Alessia Pifferi, la mamma della vittima, le avesse somministrato delle benzodiazepine. A rivelarlo gli esami del sangue e dei capelli effettuati sul corpicino della bimba.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I tranquillanti somministrati alla piccola Diana prima di abbandonarla

Secondo gli inquirenti, con molta probabilità Alessia Pifferi avrebbe somministrato alla sua bambina di 18 mesi dei tranquillanti prima di abbandonarla in casa da sola per tutto il fine settimana. Adesso, da qualche mese, la 37enne Alessia Pifferi si trova in carcere per scontare la sua pena, in seguito all’accusa di omicidio nei confronti della figlia.

Polizia

Le dinamiche della morte della piccola Diana si fanno sempre più sconcertanti. Adesso, dopo il rinvenimento di frammenti di materasso nello stomaco della piccola, anche la presenza di tranquillanti all’interno del suo organismo.

Ciò spiegherebbe le dichiarazioni dei vicini secondo cui, durante il periodo in cui la piccola Diana si trovava in casa da sola dopo essere stata abbandonata dalla madre, non avrebbe pianto. I vicini di Alessia ricordano la piccola Diana come una bimba piuttosto loquace e calma. L’utilizzo dei tranquillanti potrebbe spiegare il temperamento mite di una bimba di soli 18 mesi.

In seguito alle analisi, la consulenza dei medici legali verrà depositata entro la fine di ottobre. Alessia ha sempre negato di aver somministrato tranquillanti alla figlia, sostenendo di averle somministrato solo del semplice paracetamolo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 21-10-2022


Giallo Denise Pipitone: l’accusa del padre a Piera Maggio

Lola Daviet, uccisa per vendetta contro la mamma: chi è veramente l’assassina