Cdm su Milleproroghe e decreto intercettazioni: ad Anas la gestione temporanea in caso di revoca delle concessioni autostradali.

ROMA – E’ finito il Cdm su Milleproroghe e decreto intercettazioni. Dalle Autostrade agli scooter passando per i test scientifici sugli animali, sono circa cento i rinvii decisi dal governo. Per quanto riguarda le intercettazioni è stata confermata la decisione di procedere con un decreto a parte. Alla fine il Milleproroghe passa dopo sei ore di vertice e salvo intese.

Cdm Milleproroghe, Anas la concessione provvisoria in caso di revoca

La maggioranza di governo ha stabilito che in caso di revoca (decadenza o risoluzione del contratto) delle concessioni autostradali, Anas potrà avere la gestione provvisoria in attesa del completamento dell’iter della riassegnazione. In molti vedono nella decisione un passaggio preliminare prima del regolamento dei conti con Autostrade per l’Italia.

Il tema ha scatenato una polemica accesa all’interno della maggioranza di governo, con IV che ha specificato che, se lo scopo è quello di arrivare alla revoca delle concessioni ad Autostrade, si deve portare la questione in Parlamento dopo aver discusso del tema al governo.

Aumento dei pedaggi autostradali

Passa nel Milleproroghe lo slittamento degli aumenti legati ai pedaggi autostradali, altra novità che interessa gli automobilisti in viaggio per motivi di lavoro ma anche per le vacanze. Anche questo provvedimento è stato interpretato come un colpo ad Aspi.

Autostrade Milleproroghe
fonte foto https://twitter.com

Scooter ibridi ed elettrici, incentivo per chi rottama fino all’Euro 3

Nel testo ci sono novità anche per i centauri. Resta confermato per il 2020 l’incentivo per decide di acquistare uno scooter ibrido o elettrico rottamandone uno vecchio fino all’Euro 3. Si conferma quindi l’impegno dell’Italia nella corsa al green e nella battaglia per la tutela dell’ambiente. promossa da tempo da Giuseppe Conte in linea con le indicazioni dell’Unione europea guidata dalla von der Leyen.

Il mercato tutelato dell’energia

Rientra nel provvedimento anche lo stop al mercato tutelato dell’energia, una sorta di calmiere per le bollette della luce e del gas.

Gli altri provvedimenti inclusi nel Milleproroghe

Slitta di due anni lo stop ai test scientifici sugli animali, mentre sarà di sei mesi lo slittamento per quanto riguarda il processo telematico.

Intercettazioni, c’è la correzione della Legge del 2015

Per quanto riguarda le intercettazioni si è deciso di procedere con un decreto legge proprio, cioè a parte. Il decreto di Bonafede posticipa l’entrata in vigore al prossimo 29 febbraio.

Con il decreto di Bonafede non sarebbe solo la polizia giudiziaria a decidere quali siano le intercettazioni rilevanti che meritano di essere trascritte. la scelta spetterebbe quindi al Pubblico Ministero. In secondo luogo i legali difensori potranno richiedere una copia cartacea delle intercettazioni. Un’altra innovazione riguarda il controllo a distanza dei cellulari, che potrà avere luogo solo per determinati tipi di reati.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Nasce la nuova Lega, approvato lo Statuto: cosa cambia

Vettel, “In Canada qualcuno ha rubato la nostra vittoria”