La distanza tra le due coalizioni si allarga. Ora il centrodestra è ancora più in vantaggio.

Secondo i sondaggi si allarga la distanza tra la coalizione di centrodestra e i partiti di centrosinistra uniti. Ad aumentare ancora di più questo solco è stato l’addio di Calenda al Pd. I sondaggisti ritengono che a momento, allo stato delle cose, a meno di sette settimane dalle elezioni, non ci sia partita tra centrodestra e centrosinistra. «Al momento il centrodestra è intorno al 47-48% e il centrosinistra tra il 26 e il 27%» dice Antonio Noto a guida di “Noto sondaggi”.

Secondo Noto «per il centrosinistra la partita era persa anche prima che Calenda abbandonasse la nave del centrosinistra». Quindi il margine che ha amplificato Calenda è molto ridotto. L’unica possibilità di vittoria per il centrosinistra, secondo Noto, era un campo larghissimo che comprendesse tutto, anche i 5 stelle. Ma era un’ipotesi scartata in partenza.

Carlo Calenda
Carlo Calenda

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Secondo i sondaggi la coalizione di destra è favorita

Questo strappo di Calenda però potrebbe non avere solo ricadute negative per il Pd. «Nell’uninominale Azione in assetto terzo polo farà perdere al Pd alcuni collegi uninominali che erano in bilico e che andranno al centrodestra, ma nel proporzionale la scelta di Calenda avvantaggerà il Pd che potrà conquistare qualche seggio in più» spiega Noto.

Anche Masia, di Emg crede che la partita sia in discesa per il centrodestra perché al momento tra le due coalizioni ci sono circa 15 punti di distacco. «Sia Calenda che Renzi si pongono in continuità con Draghi e quindi attraggono i moderati sia di sinistra che di destra. Questo fa di loro un progetto politico interessante capace di arrivare a un risultato a doppia cifra».

In effetti, anche il sondaggio di Swg realizzato per La7 commentato da Mentana ieri ha dato un chiaro segnale positivo per il centrodestra e tutto in salita per il centrosinistra. FdI al 23,8%, Lega al 12,5% e Forza Italia all’8% portando il centrodestra a 44,3%. Senza Azione invece il centrosinistra arriva al 27%.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-08-2022


Anche Conte dice no alle ammucchiate

Calenda: accordo con Renzi non scontato