Il Pd porta a scuola l’ora di arabo pagata dal Comune. La Lega attacca

Cernusco sul Naviglio, il Comune, guidato dal Partito democratico, paga le lezioni di arabo a scuola per l’inserimento di una bambina egiziana. La Lega attacca: Il mondo va alla rovescia

MILANO – Infuria la protesta a Cernusco sul Naviglio, dove il Comune – guidato dal Pd– ha pagato una lezione di arabo. Lo scopo dell’iniziativa era quello di aiutare e accelerare il percorso di integrazione di una bambina di origini egiziane.

Cernusco sul Naviglio (Milano): il Comune a guida Pd paga una lezione di arabo per i bambini delle elementari

Il caso è venuto alla luce dopo la testimonianza di un bambino che ha raccontato ai suoi genitori di aver imparato a scrivere il proprio nome in arabo.

Da qui una serie di domande incrociate che hanno portato al quadro completo della situazione. Il Comune di Cernusco sul Naviglio ha organizzato e pagato una lezione di arabo allo scopo di agevolare l’integrazione di una bambina egiziana.

Scuola
Fonte foto: https://www.facebook.com/alessandra.tomi

La Lega protesta

Inutile sottolineare come l’episodio si sia presto trasformato da un caso di cronaca a un duello politico. La notizia è stata aspramente criticata dalla Lega che ha puntato il dito contro il Partito democratico.

Qui non sono gli arabi che imparano l’italiano, ma il contrario. È un mondo che va alla rovescia“, ha dichiarato la consigliera Paola Malcangio come riportato dall’Agi.

“L’intervento he non rientra nei casi di mediazione culturale, cui sono destinati i soldi pubblici, è urgente una spiegazione […], il denaro serve ad aiutare chi arriva a integrarsi e a sostenere ragazzini che hanno forti difficoltà linguistiche. Questa operazione improvvisata non rientra in nessuno dei due casi. La piccola di origini egiziane per cui è stata organizzata è nata qui e parla benissimo italiano”.

ultimo aggiornamento: 07-06-2019

X