Che cos’è il ‘Bonus Piemonte’? Si tratta di 2.500 euro a fondo perduto per bar, ristoranti, estetiste e parrucchieri.

TORINO – Il governatore Alberto Cirio ha lanciato in conferenza stampa il ‘Bonus Piemonte’, una misura in sostegno di tutte quelle attività che non apriranno dal 4 maggio 2020. In particolare si tratta di un contributo a fondo perduto di 2.500 euro per ristoranti, gelaterie, bar, estetiste, parrucchieri, sale da ballo e discoteche.

Per la ristorazione senza somministrazione e quindi gastronomie, piadierie e piazza al taglio il bonus previsto è di 2.000.

Il ‘Bonus Piemonte’ in sostegno delle aziende

Il ‘Bonus Piemonte’ rientra in quella iniziativa che la Regione ha voluto chiamare ‘Riparti Piemonte’. Un sostegno a fondo perduto per tutte le aziende che rischiano di non ripartire a causa del coronavirus.

La misura è della cifra complessiva di 88 milioni di euro e sarà finanziata totalmente attraverso risorse regionali con la liquidità garantita da Finpiemonte. Per aderire e ottenere al contributo sarà sufficiente rispondere alla mail che nei prossimi giorni la Regione è pronta ad inviare ad ogni singola attività. Il provvedimento dovrebbe essere approvato in via definitiva il 15 maggio.

Regione Piemonte
fonte foto https://www.facebook.com/regione.piemonte.official/

Coronavirus in Piemonte, il trend si conferma stabile

Trend stabile in Piemonte nonostante un calo netto in tutta Italia. Nelle ultime 24 ore i contagi registrati sono stati 495 (almeno secondo i dati della Protezione Civile) con la Lombardia che si è fermata a 533. La situazione è sotto osservazione da parte delle autorità sanitarie che dal 18 maggio, in caso di una mancata frenata dei numeri, potrebbero decidere di stabilire la zona rossa in particolari zone della Regione.

Le decisioni saranno prese solo al termine di queste due settimane ma difficilmente, seguendo i numeri degli ultimi giorni, in Piemonte sarà anticipata qualche apertura rispetto al piano iniziale del Governo.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/regione.piemonte.official/


Azzolina: “A settembre metà a scuola e metà a casa”

In Sardegna autorizzate le messe. Dall’11 maggio riaprono negozi e parrucchieri