Vittorio Brumotti aggredito a Roma, Chef Rubio: “Infame, troppe poche te n’hanno date. Giornalisti da strapazzo”.

Ha fatto notizia l’ennesima aggressione all’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti e hanno fatto scalpore le dichiarazioni di Chef Rubio, che si è scagliato contro lo stesso Brumotti. Ed ha usato parole dure, durissime, che hanno scatenato una polemica che ha coinvolto ed interessato anche il mondo della politica.

Vittorio Brumotti aggredito a Roma

Nella serata di Martedì Vittorio Brumotti è stato aggredito nel quartiere Quarticciolo, a Roma. L’inviato del tg satirico Striscia la Notizia stava documentando l’attività di spaccio nella zona. A raccontare quanto accaduto è stato lo stesso Brumotti: “Mi hanno dato calci sulla schiena e sui reni, sbattuto la faccia contro il furgone della troupe, che è stato distrutto, spaccato la bici e il tutto condito dalle solite minacce di morte e nonostante la presenza delle forze dell’ordine, che hanno fatto il massimo per proteggermi. È stata l’aggressione più feroce che abbia mai subito“. Fortunatamente Brumotti se l’è cavata senza conseguenze gravi.

Vittorio Brumotti
Vittorio Brumotti

Chef Rubio contro Brumotti: “Infame, poche te n’hanno date”

La questione si è infiammata dopo che Chef Rubio, volto noto della televisione, ha attaccato Brumotti con un durissimo messaggio pubblicato sui social.

“Non sapete nulla del core immenso del Quarticciolo, voi giornalisti da strapazzo vi dovreste vergognare per la propaganda infame che riservate a chi è abbandonato dallo Stato, e resiste nonostante tutto con dignità e umanità. Brumotti sei un infame, troppe poche te n’hanno date”.

Giorgia Meloni contro Rubio

Giorgia Meloni ha preso le difese di Vittorio Brumotti condannando le “parole vergognose e intimidatorie” dello chef Rubio. “I veri nemici dei nostri quartieri sono i venditori di morte, non chi li denuncia. Se Rubio preferisce schierarsi dalla parte di chi delinque, noi preferiamo stare dalla parte della legalità e della tanta gente perbene che ogni giorno lavora in difesa della propria comunità“, ha aggiunto la leader di Fratelli d’Italia.


Spostamenti, sport, bar e ristoranti: cosa cambia dal 26 aprile. Le nuove regole

L’allarme sulle riaperture, “Rischiamo molti morti”