Chi è Elisabetta Belloni, il nome in cima alla lista per il ministero degli Esteri del governo Draghi.

ROMA – Elisabetta Belloni è stata la numero uno per il ministero degli Esteri del governo Draghi. In caso di non la conferma di Di Maio alla Farnesina, il premier incaricato aveva deciso affidarsi a un tecnico per quel ruolo e il nome in cima alla lista era quello della diplomatica romana.

Chi è Elisabetta Belloni, il curriculum della diplomatica italiana

Nata a Roma il 1° settembre 1958, Elisabetta Belloni ha iniziato la sua carriera diplomatica subito dopo la conclusione degli studi in Scienze Politiche presso la LUISS. Diversi gli incarichi ricoperti nelle ambasciate italiane e nelle rappresentative permanenti a Vienna e Bratislava.

Il ritorno in Italia è avvenuto nel 2004 quando è entrata alla Farnesina. Dal 2004 al 2008 ha ricoperto il ruolo di direttrice dell’Unità di Crisi del Ministero, poi è stata scelta per guidare la cooperazione allo sviluppo e le risorse e l’innovazione.

Nel 2014 la promozione ad ambasciatrice di grado e l’anno successivo l’incarico di Capo Gabinetto di Paolo Gentiloni. Dal 2016 è Segretaria Generale della Farnesina. Un profilo molto apprezzato a livello politico e dal presidente Sergio Mattarella.

Elisabetta Belloni ministro?

Il suo nome è stato sin da subito accostato alla Farnesina con Mario Draghi premier. L’ex presidente della Bce per un ruolo così delicato voleva affidarsi a un tecnico e l’esperienza della diplomatica italiana poteva essere quella giusta per dare continuità al lavoro iniziato negli anni scorsi.

Sul profilo della Belloni non c’erano particolari veti sia da parte dei partiti che del presidente Mattarella. La segretaria della Farnesina è stata la favorita numero uno per il dopo Luigi Di Maio al ministero degli Esteri in caso di mancata conferma dell’ex leader pentastellato. Alla fine si è deciso di dare continuità e confermare in quel ruolo un politico.


Il Parlamento Europeo approva il Recovery Fund. Anche la Lega vota a favore

Chi è Francesca Bria