Joachim Nagel è l’uomo scelto da Olaf Scholz per guidare la Bundesbank: chi è l’economista nato a Karlsruhe che guarda alla Bce.

È Joachim Nagel l’uomo scelto da Olaf Scholz per guidare la Bundesbank. Si tratta di una figura che rappresenta un segno di continuità con la Germania di Angela Merkel. E tutti i leader e gli economisti europei erano in attesa di capire quale sarebbe stata la mossa Scholz.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chi è Joachim Nagel

Nato il 31 maggio 1966 a Karlsruhe, nel corso dei suoi studi Nagel ha conseguito un dottorato presso l’Istituto di Tecnologia di Karlsruhe. Dal punto di vista professionale ha lavorato quasi sempre per la Bundesbank. Nel corso degli anni ha maturato una approfondita conoscenza dei mercati finanziari.

Nagel è un uomo di area del Partito Socialdemocratico e soprattutto conosce bene la Bundesbank, avendoci lavorato per quasi venti anni. Più che uomo d’area, Nagel è proprio un uomo di partito. Ma la cosa non sorprende. In Germania il posto alla guida della banca centrale è destinato ad un uomo del partito del capo del governo. È una consuetudine quasi esclusivamente tedesca e che comunque non rintracciamo in Paesi come l’Italia o la Francia, tanto per non uscire dall’Europa.

soldi euro
soldi euro

La politica

Joachim Nagel prenderà la guida della Bundesbank in un momento particolarmente delicato, con l’economia tedesca (ed europea) che ancora risente della pandemia e con un’inflazione in crescita.

A lui il compito di mettere in campo una politica economica e monetaria conservatrice. Va detto che della sua idea riguardo la politica monetaria le informazioni a disposizione sono poche. Questo semplicemente perché non si è mai occupato direttamente dell’argomento.

Un passo verso la Banca Centrale Europea (?)

In Germania (ma non solo) in molti vedono in Nagel il prossimo Presidente della Bce. Il naturale sostituto di Christine Lagarde. Anche perché alla guida della Bce, da quando è entrato in vigore l’euro, ancora non è passato neanche un tedesco. I tempi potrebbero essere maturi e il passaggio dalla Bundesbank alla Bce non è poi così complicato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Manovra, si lavora anche di notte. Nuovo stop sul Superbonus

Manovra, accordo sul Superbonus: via il tetto Isee per le villette