Alla scoperta dell’avvocato e attivista Pramila Patten, Rappresentante Speciale e Sottosegretario generale delle Nazioni Unite.

Avvocato a attivista per i diritti delle donne Pramila Patten è un funzionario delle Nazioni Unite, dove ricopre la carica di Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite sulla violenza sessuale nei conflitti e anche presso cui ricopre il ruolo di Sottosegretario Generale, dal 2017. Vediamo di scoprire qualcosa in più in merito alla sua brillante carriera professionale, alla sua vita privata e alla sua situazione sentimentale, più qualche curiosità.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Pramila Patten: la biografia e la carriera professionale

Nata a Mauritus il 29 giugno del 1958, Patten consegue un Bachelor of Laws all’Università della città di Londra, un diploma al King’s College di Cambridge e in seguito anche un Master of Laws presso l’Università di Londra. In Inghilterra comincia a lavorare in qualità di avvocato, all’albo degli avvocati quale membro di Gray’s Inn, dal 1982 fino al 1986, tornando poi a Maurituis, dove intraprende la carriera di giudice del tribunale distrettuale. Durante lo stesso periodo ricopre anche il ruolo di docente presso la Facoltà di Giurisprudenza di Mauritius.

Membro dello studio Patten&Co Chambers dal 1995, viene eletta nel 2003 quale membro del Comitato delle Nazioni Unite per l’eliminazione della discriminazione contro le donne. Fino all’anno 2017. Stesso anno in cui viene nominata dal Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, quale Rappresentante speciale per la violenza sessuale durante i conflitti, con il grado di Sottosegretario generale delle Nazioni Unite.

La vita privata di Pramila Patten

Non si hanno informazioni certe in merito alla vita privata e riguardo la situazione sentimentale della Rappresentante speciale alle Nazioni Unite per la violenza sessuale durante i conflitti. Dato sconosciuto anche l’ammontare del valore del suo patrimonio economico.

3 curiosità sulla Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite

  • Non si trovano online profili social personali attivi di Patten.
  • Nel novembre 2017 ha visitato il Bangladesh per intervistare i sopravvissuti alla persecuzione dei Rohingya del 2016 in Myanmar.
  • Ha preso parte al Comitato delle Nazioni Unite per l’eliminazione della discriminazione contro le donne.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-06-2022


Chi è Aldo Grasso, giornalista, scrittore e critico tv

Chi è Zane Weir, il pesista sudafricano che rappresenta l’Italia