Tra ritiri e rientri in nazionale, Sara Errani è una delle tenniste italiane più conosciute. Ecco la sua storia.

Disputa tornei nazionali e internazionali da tutta la vita, ha partecipato a due Olimpiadi e ha dedicato la sua vita alla passione per il tennis. La sua carriera inizia all’età di 5 anni, grazie al padre, e in seguito non ha più lasciato lo sport. Riservata e decisa, Sara Errani è una delle tenniste italiane più conosciute a livello nazionale e internazionale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Sara Errani: biografia

Sara Errani è nata a Bologna il 29 aprile 1987. Cresciuta a Massa Lombarda, in provincia di Ravenna, la tennista si appassiona allo sport molto presto ed è allenata da Pablo Lozano e David Andres. Il fratello Davide, ex calciatore professionista la segue da sempre. Si avvicina al tennis grazie al padre Giorgio, che la iscrisse per la prima volta all’età di 5 anni, al circolo tennis Villa Bolis di Barbiano di Cotignola a Ravenna.

Sara Errani
Sara Errani

All’età di 12 anni da trascorso 10 mesi in Florida, USA, alla prestigiosa Accademia di Nick Bollettieri e diventa ufficialmente professionista nel 2002.

Sara Errani: carriera professionale

Dal 2007 inizia ad ottenere i suoi primi buoni risultati, nel circuito WTA, dove raggiunge la semifinale in tre tornei. Ha partecipato ai tornei ITF, raggiungendo la semifinale al Torrent ed a Prerov, la finale a Cuneo, dove vince il torneo di Galatina. Agli U.S. Open si qualifica per la prima volta sul tabellone principale di uno Slam, dove viene sconfitta al secondo turno.

la sua prima vincita al torneo WTA è stata quella agli Internazionali Femminili di Palermo, dove ha sconfitto l’ucraina Marija Korytceva con un secco 6-2 6-3. Nel 2008 approda alle Olimpiadi di Pechino. Tra il 2010 e il 2011 ottiene diverse vittorie tra cui quella in Fed Cup con la nazionale italiana contro Ucraina e Repubblica Ceca. Il 2012 è l’anno degli Australian Open dove raggiunge per la prima volta i quarti di finale di un torneo del Grande Sla.

Negli anni successivi partecipa ad una serie di tornei internazionali ottenendo ottimi risultati, tra cui gli Internazionali BNL d’Italia 2013, gli Open di Francia, l’Australian Open. Dal 2016 avviene un piccolo declino nella sua carriera sportiva e nel 2017 inizia la stagione con un problema alla coscia sinistra, che la costringe al ritiro dal torneo di Hobart e dal torneo di Sydney. Torna però a vincere agli Australian Open contro la giapponese Risa Ozaki per 7-5 6-1. Riscontra anche qui però un dolore alla coscia che la costringe a ritirarsi nuovamente. Tra varie squalifiche torna nel 2018 nella top 100, e nel 2020 con il torneo di Auckland, viene sconfitta in singolare al secondo turno delle qualificazioni da Ysaline Bonaventure.

Torna sui campi del Roland Garros e nel 2021 disputa ancora le qualificazioni per l’Australian Open. Il 16 luglio 2021 si qualifica per i Giochi olimpici estivi di Tokyo 2020.

Sara Errani: vita privata

Riguardo la sua vita privata non si hanno informazioni, la tennista appare infatti molto riservata, così come riguardo il suo patrimonio personale. Attualmente vive a Valencia dove si allena. Ha un account su Twitter e uno su Instagram, dove pubblica spesso post inerenti la sua carriera.

2 curiosità

  • La sua superficie preferita è la terra rossa.
  • Si ispira al tennista spagnolo David Ferrer.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-07-2022


Chi è Antonio Guterres: l’alto ufficiale dell’ONU

Chi è Valentina Cernoia: la calciatrice della Juventus e della Nazionale azzurra