Chi è Vittorio Colao: la carriera e la vita privata del manager italiano alla guida della task force voluta da Conte e indicato come ministro da Mario Draghi.

Nato il 3 ottobre 1961 a Brescia, Vittorio Colao è un noto manager italiano che ha occupato posizioni chiave in Vodafone e che ha guidato la task force voluta dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per lavorare alla creazione del Recovery plan italiano.

Chi è Vittorio Colao: la biografia

Con un passato nei Carabinieri, Colao consegue la laurea presso l’Università Bocconi. Prosegue gli studi presso la Harvard University.

Dal punto di vista lavorativo, muove i primi passi nella Morgan & Stanley, nota banca d’affari.

A 35 anni la prima svolta della sua carriera con la nomina a Direttore Generale di Omnitel, che sarebbe poi diventata Vodafone. Vittorio Colao, dopo quattro anni, diventa amministratore delegato della divisione italiana e poi Ceo per l’Europa meridionale.

Ad inizio 2000 passa in RCS come Amministratore Delegato. Dopo una breve esperienza Colao torna in Vodafone, dove prosegue la sua scalata.

I suoi sforzi vengono riconosciuti nel 2014 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che lo nomina Cavaliere del Lavoro.

La task force di Colao

Colao diventa noto al grande pubblico nel 2020 quando il premier Giuseppe Conte gli affida la guida della task force incaricata di produrre un piano economico per il rilancio del Paese dopo il dramma del coronavirus. Alla fine del suo lavoro il gruppo di lavoro avrebbe dato vita al famigerato piano Colao.

Vittorio Colao
Vittorio Colao

Vittorio Colao Ministro del governo Draghi

Colao è stato scelto da Mario Draghi per guidare il Ministero della Transizione Tecnologica alla luce del suo lavoro di prim’ordine alla guida di Vodafone.

La vita privata

Della vita privata di Colao sostanzialmente sappiamo pochissimo. Le informazioni a disposizione ci dicono che ha una moglie e dei figli.


Chi è Roberto Cingolani: il curriculum e la biografia

Draghi accetta l’incarico, nasce il nuovo governo